Attualità
Casatenovo

Uno sportello per aiutare i cittadini in difficoltà

Lo sportello è aperto due mattine alla settimana: il martedì e il giovedì dalle 9.00 alle 12.00 in accesso libero o su appuntamento.

Uno sportello per aiutare i cittadini in difficoltà
Attualità Casatese, 07 Dicembre 2021 ore 11:23

E’ nato uno sportello sociale per sostenere i cittadini di Casatenovo in difficoltà. A siglare il protocollo d’intesa che ha dato vita all’iniziativa, lo SPI CGIL Lecco e il Comune. L’ufficio, situato presso la sede della Camera del Lavoro in via Castelbarco 2, si occupa di accoglienza, ascolto, orientamento e prima consulenza ai cittadini sui diritti in ambito socio-sanitario ed economico previsti dalle numerose normative.

Uno sportello per aiutare i cittadini in difficoltà

“Operando come volontari nell’accoglienza nelle sedi della CGIL, ci capita di incrociare persone con molte fragilità – racconta Mario Fumagalli, segretario della Lega SPI di Barzanò -. Di norma siamo in grado di dare qualche indicazione, ma non sempre riusciamo a offrire il sostegno necessario per risolvere situazioni spesso anche molto difficili dal punto di vista economico e sociale. Per questo abbiamo sentito la necessità di fare qualcosa in più per risolvere queste problematiche. Abbiamo ragionato tra noi e abbiamo deciso di lanciare questo nuovo sportello sociale. Tramite la piattaforma dello SPI regionale, la “Calcolatrice dei diritti”, individuiamo i percorsi di aiuto e sostegno offerti dai diversi enti, poi indirizziamo e seguiamo la persona in difficoltà nel percorso per ottenere il sussidio necessario. Un ringraziamento – conclude Fumagalli – va al Comune di Casatenovo, che ha offerto massima collaborazione, mettendoci in rete con le altre associazioni”.

L’assessore ai servizi sociali del Comune di Casatenovo, Gaetano Caldirola

“Capita che le persone non beneficino di alcuni servizi e misure di cui avrebbero diritto semplicemente perché non ne sono a conoscenza. Lo sportello si pone a tale scopo in una modalità consulenziale per supportare il cittadino, in particolare per chi è in situazioni di fragilità sociale e fatica ad orientarsi nel complesso sistema di accesso ai diritti in ambito socio-sanitario ed economico”, spiega l’assessore ai servizi sociali del Comune di Casatenovo, Gaetano Caldirola, che ringrazia il sindacato dei pensionati per l’opportunità e tutte le realtà che hanno deciso di mettersi a disposizione della popolazione per questo progetto. Lo sportello ha infatti anche l’obiettivo, come detto, di costruire una rete integrata dove i diversi servizi rappresentino una risorsa reciproca in favore dei cittadini, attraverso il raccordo e la collaborazione con i servizi sociali e alcune associazioni ed enti del territorio che a vario titolo si occupano di popolazione in situazione di fragilità sociale.

Informazioni utili

Lo sportello è aperto due mattine alla settimana: il martedì e il giovedì dalle 9.00 alle 12.00 in accesso libero o su appuntamento. Dallo SPI provinciale il ringraziamento ai volontari che con un’ottima intuizione hanno lavorato per realizzare una rete sociale usando la piattaforma della “Calcolatrice dei diritti”, patrimonio della SPI lombardo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie