Attualità
Iperal

Torna "La spesa che fa bene"

Solidarietà, disabilità, terza età, tutela delle donne, ricerca scientifica, assistenza oncologica, disagio sociale, pubblica assistenza, cura e tutela degli animali: tutti i settori sono rappresentati per offrire alla clientela la possibilità di scegliere quelli personalmente più sentiti attraverso le associazioni che se ne occupano

Torna "La spesa che fa bene"
Attualità Lecco e dintorni, 25 Marzo 2022 ore 10:33

Aiutare il prossimo è sempre stato uno degli assi portanti della missione Iperal e proprio a favore di questo obiettivo è nata l’iniziativa “La Spesa che fa bene”. Le vicende degli ultimi mesi, inoltre, hanno caricato questa iniziativa di maggiore valore, diventando un appuntamento sentito non solo dalle associazioni, ma anche da parte dei clienti che attendono questo momento per prendere parte a un sistema che aiuta concretamente il Terzo settore. Quest’anno Iperal e la Fondazione AG&B Tirelli, hanno messo a disposizione 285 mila euro da destinare alle associazioni che operano nelle otto province lombarde in cui sono presenti i supermercati Iperal. Sono rimaste invariate, rispetto all’ultima edizione, le modalità di assegnazione.

Torna "La spesa che fa bene"

Dal 28 marzo al 1 maggio i clienti Iperal potranno accumulare “punti Iperal per il sociale” in maniera automatica: ad ogni 20 euro di spesa presso un supermercato Iperal, o attraverso la Spesa On Line, verrà caricato un punto sulla propria CartAmica; i punti raddoppieranno per i clienti possessori di CartAmica Oro. L’assegnazione delle proprie preferenze, ad una delle Associazioni di volontariato selezionate, sarà possibile dal 19 aprile fino al 10 maggio 2022; in questo periodo il cliente potrà indicare direttamente in cassa o comodamente all’interno dell’App Iperal le proprie preferenze.

Le 230 associazioni di volontariato, selezionate tra quelle che hanno presentato la loro candidatura, sono suddivise nelle cinque aree coinvolte: Valtellina e Alto Lario; Lecco e Como; Milano e Brianza; Valcamonica; Valli bergamasche e Bergamo. Grazie all'iniziativa di Iperal e alla generosità della clientela riceveranno ciascuna un contributo compreso tra 500 e 6.000 euro, sulla base delle preferenze espresse, per un totale di 285.000 euro. La selezione, completata nei giorni scorsi, ha comportato l'attenta analisi di ciascuna delle associazioni candidate rispetto alla rispondenza ai requisiti richiesti.

"Quest’anno 348 associazioni hanno avuto fiducia in noi mandandoci la loro domanda di adesione. Oltre alla soddisfazione per l’alta partecipazione, – spiega Alessandro Pizzen, responsabile comunicazione del Gruppo Iperal – abbiamo avuto il rammarico di non aver potuto far partecipare tutte le associazioni. Per la valutazione abbiamo privilegiato sia le associazioni che nella passata edizione non avevano avuto modo di partecipare negli anni passati, sia quelle che hanno coinvolto maggiormente la nostra clientela. La nostra selezione si è conclusa proprio in concomitanza con l’inizio della guerra in Ucraina, un evento che ha sconvolto totalmente le priorità in termini di solidarietà. Molte associazioni selezionate hanno voluto modificare le loro priorità mobilitandosi per far fronte alla crisi umanitaria a cui stiamo assistendo".

Solidarietà, disabilità, terza età, tutela delle donne, ricerca scientifica, assistenza oncologica, disagio sociale, pubblica assistenza, cura e tutela degli animali: tutti i settori sono rappresentati per offrire alla clientela la possibilità di scegliere quelli personalmente più sentiti attraverso le associazioni che se ne occupano. Con 285 mila euro il Terzo settore potrà avere un sostegno concreto per superare questo momento difficile e poter dare il proprio supporto alle persone che hanno bisogno. Sul sito di Iperal, nella sezione dedicata, sono pubblicati gli elenchi delle associazioni selezionate per ciascuna area: la scelta è personale e ciascun cliente potrà individuare il destinatario preferito. I punti verranno assegnati dal 28 marzo al 1 maggio, mentre entro il 10 maggio dovrà essere espresso il sostegno all'associazione scelta

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie