Menu
Cerca
Azienda speciale

Retesalute, presidio dei lavoratori durante l'assemblea dei sindaci

Incerte le sorti dei 71 lavoratori alle dipendenze dell'ente nel difficile percorso di liquidazione in continuità.

Attualità Meratese, 20 Maggio 2021 ore 19:12

Un presidio dei lavoratori di Retesalute per chiedere che vengano garantiti gli stessi livelli occupazionali nonostante il complicato percorso di liquidazione in continuità scelto dalla maggior parte dei Comuni. Il picchetto organizzato da Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl è andato in scena nel tardo pomeriggio di oggi, giovedì 20 maggio 2021, all'esterno del municipio di Merate.

Retesalute, presidio dei lavoratori

Il primo a fermarsi ad ascoltare le istanze dei lavoratori è stato il sindaco di Merate e presidente dell'assemblea Massimo Panzeri, seguito di lì a poco dai membri del CdA Alessandra Colombo (presidente), Marco Stocola e Patrizia Monti (consiglieri). Presente all'esterno del Comune anche il direttore dell'azienda speciale Enrico Bianchini.

Grande la preoccupazione

Grande la preoccupazione sollevata dai 71 dipendenti - fino a qualche mese fa erano 83 - nei confronti dei sindaci che, questa sera, sono chiamati a deliberare la messa in liquidazione dell'azienda speciale che si occupa di erogare i servizi alla persona ai paesi di Meratese, Casatese e di parte dell'Oggionese. Le richieste, scritte sui cartelli esposti insieme alle bandiere delle sigle sindacali, sono semplici: garanzie sul livello occupazionale e sulla volontà politica di dare un futuro a Retesalute.

Il nodo del collegio dei liquidatori

Uno dei punti più spinosi è quello della nomina del collegio dei liquidatori: l'eventuale nomina dell'attuale presidente del CdA Alessandra Colombo divide i pareri tra chi la vedrebbe come una presenza in grado di garantire la continuità al lavoro svolto in questi ultimi mesi e chi, come dichiarato senza mezzi termini da parte dei presenti all'esterno, vedrebbe più volentieri un passo indietro dell'avvocato di Olgiate.

7 foto Sfoglia la gallery

 

 

Necrologie