Attualità
Il futuro del territorio

Nasce il Comitato cittadini contro i "Ponti di Paderno"

Stringato e chiaro lo slogan del neonato Comitato che ha deciso di promuovere anche una raccolta firme: "Difendiamo il nostro ambiente e la nostra salute". 

Nasce il Comitato cittadini contro i "Ponti di Paderno"
Attualità Meratese, 07 Dicembre 2021 ore 16:11

Non più ponte di Paderno, bensì Ponti di Paderno: è nato il nuovo Comitato cittadini che "ha lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica riguardo la costruzione di un nuovo ponte ferroviario e contrastare la programmazione e realizzazione di un terzo ponte per il traffico su gomma (anche pesante) nelle vicinanze dell'esistente San Michele sempre nel territorio di Paderno D'Adda".

Nasce il Comitato cittadini contro i "Ponti di Paderno"

Stringato e chiaro lo slogan del neonato Comitato che ha deciso di promuovere anche una raccolta firme : "Difendiamo il nostro ambiente e la nostra salute".

"Siamo un gruppo di cittadini di Paderno D’Adda e abbiamo appreso che RFI intende chiudere al traffico ferroviario e stradale il Ponte S. Michele, entro il 2030 - sottolineano dal sodalizio - RFI si è impegnata a ripristinare esclusivamente il collegamento ferroviario fra le due stazioni di Paderno D’Adda e Calusco attraverso la Realizzazione di un NUOVO PONTE poco più a Sud dell'attuale S. Michele.  Contemporaneamente è stata avanzata l’ipotesi di aggiungere un
TERZO PONTE nelle immediate vicinanze degli altri due, destinato al traffico stradale e fruibile anche dal TRAFFICO PESANTE".

Una soluzione quantomeno non gradita al Comitato.

"Questo ulteriore ponte, oltre a deturpare definitivamente un ambiente unico, di grande bellezza naturale e con vincoli ambientali, andrebbe a stravolgere in maniera inaccettabile la vita di chi abita nelle zone di Paderno comprese tra il Mulino Colombo, Cascina Assunta e Via Festini oltre a generare un traffico insostenibile per tutto il paese e per i vicini comuni di Robbiate, Merate, Verderio, Cornate e per il territorio tutto - spiegano  chiedendo che "questo progetto venga rifiutato e vengano trovate soluzioni alternative che tengano in primaria considerazione la vivibilità dei cittadini coinvolti e la salubrità del nostro territorio già fin troppo compromesso".

Non solo ma il Comitato chiede di essere coinvolto attivamente e in modo partecipe al percorso decisionale: "Chiediamo con forza che qualsivoglia progetto di attraversamento dell'Adda veda il coinvolgimento dei cittadini di
Paderno D’Adda".

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie