L'intervista

Libertà Protagonista non lascia, anzi raddoppia

Dopo gli incontri con Sini, Mauri, Piombini, Luccisano, Guzzetti, Fosti e Mantegazza parte un secondo ciclo

Libertà Protagonista non lascia, anzi raddoppia
Attualità Lecco e dintorni, 31 Agosto 2021 ore 12:36

Carlo Sini, Elio Mauri, Guglielmo Piombini, Michele Luccisano, Giovanni Guzzetti, Giovanni Fosti, Raffaele Mantegazza. Sono stati questi i primi sette prestigiosi relatori del ciclo “MercoleDIRE La Politica” che da febbraio ha visto il debutto di Libertà Protagonista nella nuova veste di motore della vita culturale di una città che ha riscoperto il piacere del dialogo, del confronto, della voglia di approfondire. Ed è stato subito un successo. “Siamo rimasti sorpresi anche noi dal riscontro che abbiamo avuto da questo ciclo di webinar: la modalità digitale era tutta da scoprire e avevamo più di un dubbio, ma siamo partiti con le idee chiare e un programma definito di approfondimento politico di taglio liberale - ha esordito Pietro Galli, presidente da inizio anno di Libertà Protagonista - Il debutto con il filosofo Carlo Sini ci ha indubbiamente aiutato”.

Libertà Protagonista non lascia, anzi raddoppia

“Mediamente abbiamo registrato quasi 200 presenze sulla piattaforma Zoom - interviene Eva Negri, che si occupa dei rapporti con i soci - e riscontri molto soddisfacenti anche sui social, senza dimenticare la copertura sui vari media a partire dal Giornale di Lecco. Abbiamo raggiunto una platea prevalentemente cittadina, ma anche di tante persone provenienti un po’ da tutta la provincia e qualcuno anche dai territori limitrofi”.

Un esordio molto interessante, ma ai primi sette incontri, strada facendo, avete aggiunto altri temi…

“Si, siamo stati piacevolmente travolti – continua Pietro Galli - Le persone che hanno partecipato ai primi incontri ci hanno sollecitato ad occuparci anche di tematiche verticali: scuola, turismo, sicurezza, Nato, PNRR… E abbiamo cercato di dare loro una risposta anche su questo fronte”.

Qual è stato l’appuntamento più gettonato promosso da Libertà Protagonista?

“Sicuramente quello dedicato alla scuola con Franco Nembrini e suor Anna Monia Alfieri: oltre 200 presenze su Zoom e migliaia di condivisioni su Facebook. Ma è andato benissimo anche l’approfondimento sul turismo organizzato da Fabio Dadati”.

Cosa ci sta dietro questo interesse?

“Forse in città e nel territorio mancava una chiave di lettura dei problemi di taglio liberale, e forse mi vien da dire anche un po’ borghese. Un taglio di lettura però aperto, disponibile al confronto e al dialogo, con una visione proiettata al futuro, alle nuove generazioni e alla formazione della futura classe dirigente di questo Paese”.

E adesso cosa succede?

“Programmare è un aspetto molto importante e quindi stiamo pensando a un secondo ciclo di incontri in autunno e a quello della primavera 2022 un po’ sullo stile del ciclo di MercoleDire, magari con una formula parte in presenza e parte in digitale, perché non sappiamo ancora come si svilupperà la pandemia nei prossimi mesi, e che affronterà temi diversi politica, economia e green. Poi stiamo mettendo a punto un grande evento in piazza a fine settembre che affronti con “tecniche” diverse alcuni temi caldi di questa nostra epoca con una tavola rotonda finale”.

Un po’ generico…

“Stiamo definendo temi e relatori proprio in questi, giorni quindi non siamo nelle condizioni di fare anticipazioni. Di sicuro i relatori saranno di valore, con competenze specifiche per affrontare il tema proposto a loro. Per non farci mancare niente ci piacerebbe presentare pure alcuni libri, senza in alcun modo sovrapporci a iniziative più collaudate e prestigiose, sempre secondo i principi e le linee di indirizzo presenti nel nostro statuto. Ci stiamo lavorando e per fortuna abbiamo la possibilità di contare su una squadra numerosa e appassionata. Grazie al ciclo di incontri primaverile abbiamo pure lanciato una campagna di adesione soci”.

La quota è di 50 euro e per aderire basta mandare una mail a libprolecco@gmail. Intanto cresce anche il team di Pietro Galli: il Consiglio dell’associazione è composto da Paola Panzeri (vice presidente), Fabio Dadati, Daniele Nava e Mauro Piazza.

 

Necrologie