Attualità
In fuga dalla guerra

Lecco Ospita l'Ucraina: in provincia accolte 491 persone, 210 sono minori

Erogata la prima tranche di contributi da 131.030 euro, di cui 41.420 euro per rimborso spese di alloggio e 89.610 euro come buoni spesa

Lecco Ospita l'Ucraina: in provincia accolte 491 persone, 210 sono minori
Attualità Meratese, 12 Aprile 2022 ore 10:12

Prosegue "Lecco Ospita l'Ucraina" la raccolta fondi a sostegno dell’accoglienza dei profughi ucraini nel nostro territorio, promossa da Fondazione comunitaria del Lecchese, Distretto di Lecco, Ambiti distrettuali di Bellano, Lecco e Merate, CSV Monza Lecco Sondrio e Confcooperative dell’Adda.  In poco più di un mese di campagna sono stati raccolti 275.020 euro da utilizzare per l’ospitalità e l’accoglienza nel nostro territorio di persone in fuga dalla guerra.

Lecco Ospita l'Ucraina:

Il sistema di accoglienza diffusa, promosso e sostenuto da “Lecco ospita l’Ucraina”, vede l’utilizzo di 54 appartamenti dedicati nonché l’ospitalità presso 108 famiglie. Grazie a queste disponibilità risultano accolte, ad oggi, 491 persone, di cui 210 minori, sul totale di 872 persone presenti nella provincia. Molto equilibrata la distribuzione territoriale, che vede 157 persone ospitate nell’Ambito di Bellano, 184 nell’Ambito di Lecco e 150 nell’Ambito di Merate.

Erogata la prima tranche di contributi

Ieri, lunedì 11 aprile 2022 si è riunito il Comitato di Indirizzo del Fondo “Lecco ospita l’Ucraina”, organismo territoriale incaricato di seguire lo sviluppo della campagna di accoglienza diffusa sul territorio provinciale. Il Comitato è composto da Maria Grazia Nasazzi (Presidente Fondazione comunitaria del Lecchese), Guido Agostoni (Presidente del Distretto di Lecco), Gabriella Del Nero (Presidente dell’Ambito distrettuale di Bellano), Sabina Panzeri (Presidente dell’Ambito distrettuale di Lecco), Filippo Galbiati (Presidente dell’Ambito distrettuale di Merate), Manila Corti (Responsabile Settore Servizi alla Persona della Comunità Montana Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera), Mauro Gattinoni (Sindaco di Lecco), Lucio Farina (Direttore CSV Monza Lecco Sondrio), Gabriele Marinoni (Presidente Confcooperative dell’Adda).

Il Fondo “Lecco ospita l’Ucraina” è nato con l’obiettivo di sostenere l’accoglienza di profughi in fuga dalla guerra nel periodo non coperto da fondi ministeriali e, in questa fase, prevede due tipologie di aiuti alle famiglie ospitanti che avanzano richiesta di sostegno:

  • contributo a chi accoglie/ospita/mette a disposizione un appartamento ed evidenzia la necessità di un riconoscimento delle spese. Il contributo viene erogato sull’IBAN dell’ospitante previa richiesta e validazione del Comitato di indirizzo del Fondo;
  • contributo alle persone ucraine arrivate sul territorio e che non hanno sufficienti risorse economiche proprie. Il contributo viene erogato nella forma di buoni spesa, previa richiesta e validazione del Comitato di indirizzo.

Nella riunione di ieri, il Comitato di Indirizzo ha validato l’erogazione di una prima tranche di contributi per un totale di 131.030 euro, di cui 41.420 euro per rimborso spese di alloggio e 89.610 euro come buoni spesa.

Come effettuare le donazioni

La campagna di raccolta fondi prosegue. Le donazioni si possono effettuare tramite bonifico bancario intestato alla Fondazione comunitaria del Lecchese:

  • Intesa Sanpaolo - IBAN: IT28 Z030 6909 6061 0000 0003 286
  • Banca della Valsassina - IBAN: IT87 B085 1522 9000 0000 0501 306

 

Causale: Lecco ospita l’Ucraina

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie