Attualità
Lecco

Il Prefetto de Rosa visita in visita alla sede del Soccorso Alpino

"Sono volontari che hanno una profonda conoscenza dell'ambiente montano, maestoso quanto pericoloso, e rappresentano un punto di riferimento essenziale per le attività di emergenza"

Il Prefetto de Rosa visita in visita alla sede del Soccorso Alpino
Attualità Lecco e dintorni, 30 Luglio 2021 ore 18:10

Il Prefetto di Lecco Castrese De Rosa, accompagnato dal Capo di Gabinetto Marcella Nicoletti, si è recato oggi in visita alla sede della XIX Delegazione Lariana del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas), accolto dal Vicepresidente regionale Luca Vitali, dal Delegato Marco Anemoli, dal Capostazione di Lecco Giorgio Molteni, dal Vice Capostazione di Lecco Mazzoleni Marco, dal Capostazione Valsassina/Valvarrone Alessandro Spada, dal Vice Capostazione del Triangolo Lariano Antonio Fumagalli.

Il Prefetto de Rosa visita in visita alla sede del Soccorso Alpino

E’ stata l’occasione per una proficua discussione sul tema della sicurezza in montagna e per ripercorrere la storia del CNSAS che rappresenta oggi una realtà di eccellenza, dove addestramento e specializzazione formano Volontari Tecnici preparati per fronteggiare l’emergenza in ambiente impervio e ostile. 

Ad oggi le sette stazioni della XIX Delegazione Lariana contano 220 volontari. Nell’anno 2020, nonostante le restrizioni alla mobilità, sono stati effettuati circa 400 interventi e messe in salvo oltre 400 persone. Quest’anno sono già stati effettuati circa 200 interventi. 

Con la mia visita, ho voluto esprimere gratitudine e stima ai Volontari del CNSAS, animati da encomiabile spirito solidaristico e filantropico. Sono volontari che hanno una profonda conoscenza dell'ambiente montano, maestoso quanto pericoloso, e rappresentano un punto di riferimento essenziale per le attività di emergenza in condizioni ambientali impervie. Presto sarà approvato il nuovo Piano Provinciale per la ricerca delle persone scomparse che è stato adeguato nei contenuti, alla luce dell'esperienza maturata sul territorio, individuando interventi correttivi, soprattutto sotto il profilo della circolarità delle  informazioni  e degli automatismi dei meccanismi di ricerca da adottare, in relazione alle diverse tipologie di scomparsa, ed in linea anche con i più recenti atti di indirizzo adottati dal Commissario Straordinario per le Persone Scomparse” – ha commentato il Prefetto De Rosa. 

Necrologie