Attualità
Lutto

E' morto il fondatore di Radio Maria e Radio Mater

Don Mario Galbiati era solito ripetere che le migliaia di ascoltatori delle sue emittenti erano come una "parrocchia virtuale".

E' morto il fondatore di Radio Maria e Radio Mater
Attualità Brianza, 15 Aprile 2022 ore 15:16

E’ morto don Mario Galbiati, nato a Sant’Albino di Monza 92 anni fa e divenuto famoso come fondatore di Radio Maria e Radio Mater.

Era l'ultimo di sette figli

Ultimo di sette figli, ordinato sacerdote nel 1953 dal cardinal Ildefonso Schuster, don Galbiati già da giovane prete diede prova di una profonda devozione mariana e di uno spiccato senso dell’imprenditoria mediatica. Fu, tra l’altro, promotore della posa della croce sul Monte Bolettone in provincia di Como. La «parabola» di Radio Maria, però, rimane il fulcro della sua esistenza pastorale e umana: nel 1994, una missiva del Ministero delle Poste autorizzava la frequenza della nuova radio, proprio nel giorno in cui viene ricordata la prima apparizione della Madonna di Lourdes: l’11 febbraio.

"E' stato un uomo di Dio"

"È stato un uomo di Dio - le parole di monsignor Angelo Pirovano -. Il Vangelo e la Madonna sono stati i due cardini della sua vita".

Il sacerdote è deceduto mercoledì sera nella Comunità di Maria, sede di Radio Mater da diversi anni. Seppur nativo di Monza, è nei Comuni di Erba e di Albavilla che don Mario ha portato avanti per quasi 70 anni la sua missione sacerdotale, prima come coadiutore poi come parroco.  In oratorio fu impegnato su vari fronti: dal catechismo alle grandi feste estive che creano senso di comunità. Sua fu l'idea, poi, dell’oratorio estivo in campeggio.

Il 19 febbraio 1983 fondò Radio Maria e l’11 febbraio 1994 iniziò poi l’esperienza di Radio Mater proseguita fino a che la salute glielo ha concesso. Era solito ripetere che le migliaia di ascoltatori delle sue radio erano come una "parrocchia virtuale".

(nella foto di copertina, don Galbiati con Papa Francesco durante un'udienza in Vaticano)

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie