Attualità
solidarietà

Casatenovo, accoglienza profughi ucraini: come fare

Tutte le informazioni e documentazioni necessarie

Casatenovo, accoglienza profughi ucraini: come fare
Attualità Casatese, 06 Marzo 2022 ore 14:30

Il Comune di Casatenovo dà indicazioni ai cittadini su come dare disponibilità per l'accoglienza dei profughi ucraini. Ecco tutto ciò che c'è da sapere.

Accoglienza profughi ucraini

I comuni del Distretto di Lecco si sono immediatamente messi a disposizione, in dialogo con Questura, Prefettura e ATS, per fare la propria parte e garantire un’accoglienza dignitosa ai profughi ucraini che arriveranno sul nostro territorio. Le istituzioni del nostro territorio, anche sulla spinta di cittadini e associazioni sensibili e solidali, hanno sempre offerto prova di responsabilità, mettendo al centro i diritti delle persone e valorizzando il nucleo famigliare.

Alla luce delle disposizioni pubblicate oggi dal Ministero sono in corso approfondimenti sulla possibilità di accoglienza nel progetto SAI che nel medio periodo andrà verosimilmente verso un ampliamento. Vi è anche nel frattempo la necessità di imbastire una risposta urgente, diffusa e adeguata per quelle persone che, anche a seguito di ricongiungimenti spontanei, si trovano già nei nostri territori.

Dare la propria disponibilità all’accoglienza

I cittadini e i proprietari di strutture ricettive disponibili a dare in affitto un immobile o accoglienza a nuclei familiari e singoli profughi ucraini, possono:

Scarica la Modulo Dichiarazione di Ospitalità

Ucraini già arrivati sul territorio

Ricordiamo che, per le persone che sono già arrivate dall’Ucraina, è importante indicare la propria presenza presso gli uffici della Questura e si richiama l’importanza di attenersi alle indicazioni fornite dalla Prefettura: ai sensi dell’art 7 T.U.I, entro due giorni va fatta segnalazione di ospitalità al Sindaco e entro 8 giorni la dichiarazione di presenza in Questura.

Scarica la Dichiarazione Presenza

Protezione internazionale per Ucraini e vaccinazioni Covid

In merito alle modalità di ingresso e di permanenza si precisa che è prevista la possibilità per i cittadini ucraini di
presentare domanda di protezione internazionale presso la Questura.

Vaccinazioni Covid

Tali adempimenti sono altresì necessari per poter disporre degli elenchi per il coinvolgimento di ATS/ASST anche
ai fini di eventuali vaccinazioni o tamponi Covid; sul punto verranno fornite indicazioni nei prossimi giorni.

LEGGI ANCHE Grande raccolta di viveri e vestiti per l'Ucraina a Cernusco

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie