Sport
FUTSAL

Energy Saving fuori dalla coppa, mister Dozio: "E' un momento difficile, compattiamoci"

"Dirigenza, staff tecnico e giocatori, tutti uniti verso un unico obiettivo", il monito dell'allenatore per cercare di raddrizzare il cammino di Verderio

Energy Saving fuori dalla coppa, mister Dozio: "E' un momento difficile, compattiamoci"
Sport Meratese, 23 Novembre 2022 ore 16:48

Energy Saving, il sogno Coppa Italia si infrange in semifinale. L’Energy Saving Futsal cade in casa contro San Fermo ed esce dalla kermesse che premia San Fermo, dopo una gara molto equilibrata e piena di capovolgimenti di fronte. 5-2 il risultato finale, con lo scarto che mente sull’effettivo equilibrio della partita e che viene ‘gonfiato’ dagli ultimi due gol che l’Energy subisce con il portiere di movimento. Seconda sconfitta in tre giorni e seconda sconfitta in casa contro il San Fermo, tutte in casa, per una squadra che sembra aver perso la via della lucidità.

San Fermo la ribalta nella ripresa

WhatsApp Image 2022-11-22 at 08.41.29
Foto 1 di 3
WhatsApp Image 2022-11-22 at 08.41.49
Foto 2 di 3
WhatsApp Image 2022-11-22 at 08.42.11
Foto 3 di 3

A dispetto delle altre partite, l’Energy adotta un approccio meno aggressivo e più attendista, cercando di rischiare il meno possibile le sortite offensive degli ospiti. La strategia risulta vincente nella prima frazione, con la doppietta di Sardella, inframezzata dalla rete di Albani, che manda la gara a riposo sul 2-1. Nella ripresa, l’Energy Saving ha più volte l’occasione di allungare e dare un colpo psicologico all’avversario, ma il gol non arriva e, come nella gara di campionato, il San Fermo riesce nell’impresa di ribaltare il match. Albani e Colombo firmano il sorpasso e mister Dozio tenta la carta del portiere di movimento, che risulta, tuttavia, sterile, permettendo al San Fermo, nell’ultimo giro di orologio, addirittura di allungare con i gol di Capovilla e Colombo.

Energy Saving, Dozio commenta il momento no

“Serve compattezza, è un momento difficile - dichiara il tecnico delle saette -. Dirigenza, staff tecnico e giocatori, tutti uniti verso un unico obiettivo. Adesso ci aspettano delle gare che non possiamo assolutamente mancare di vincere, per la classifica ma soprattutto per il morale. La partita? Il San Fermo ha meritato perché ci ha creduto di più, arrivano in forma alla finale e noi non abbiamo fatto abbastanza per avere la meglio”.

Seguici sui nostri canali
Necrologie