Sport
TALENTO

Campioni d'Europa, nell'Italia del volley festeggia anche Giacomo Selleri

La nazionale azzurra Under 18 trionfa in finale contro la Francia: il successo porta anche la firma del palleggiatore originario di Imbersago

Campioni d'Europa, nell'Italia del volley festeggia anche Giacomo Selleri
Sport Meratese, 18 Luglio 2022 ore 09:02

Campioni d'Europa, è stata una domenica storica per l'Italia del volley. Ben quattro i successi delle selezioni azzurre in una sola giornata. A cominciare dalla nazionale femminile maggiore con la conquista (la prima nella sua storia) della Volleyball Nations League in Turchia contro il Brasile, passando poi per gli Europei vinti dalla nazionale Under 22 maschile e 21 femminile che hanno trionfato rispettivamente contro la Francia e la Serbia.

Campioni d'Europa, Giacomo Selleri trionfa

Ma il poker azzurro è stato inaugurato a dire il vero da un'altra vittoria. Si tratta del gruppo dell'Under 18 maschile del commissario tecnico Michele Zanin che a Tbilisi (Georgia) ha trionfato in finale contro la Francia per 3-0.

La Nazionale Under 18 in posa
Giacomo Selleri, con la maglia dei Diavoli Rosa

Una cavalcata trionfale per gli azzurrini in cui era presente anche Giacomo Selleri. Il palleggiatore 17enne di Imbersago non è stato della partita finale ma ha contribuito al successo di squadra nel corso del torneo. Un'estate da incorniciare per lui dopo la vittoria del campionato nazionale under 17 con i Diavoli Rosa e il premio di miglior palleggiatore della stagione.

Giacomo ha iniziato a giocare a pallavolo nell'As Merate prima di approdare nei Diavoli. Qualche settimana fa, prima di partire per l'Europeo, nell'intervista rilasciata al Giornale di Merate diceva:

"Giocare con la maglia dell’Italia è l’aspirazione di tutti, punto a far bene. Il livello tra le nazioni è sempre molto alto e a differenza delle partite di campionato non hai tempo per perdere e rifarti. Può succedere di tutto, a Napoli ci siamo qualificati al tie-break contro la Francia e questo fa capire c’è meno distacco: non dipende tanto dalle individualità, le partite vengono decise dalla squadra che gioca meglio insieme. Pressione? Un po’ sì perché prima delle partite importanti potresti deludere ma faccio pallavolo per divertirmi"

Michael Tassone

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie