Allarme ladri

Furti nel Meratese, la Lega interroga il ministro dell’Interno

Due i testi che domani, lunedì, verranno presentati alla Camera e al Senato.

Furti nel Meratese, la Lega interroga il ministro dell’Interno
Politica Meratese, 10 Gennaio 2021 ore 15:01

Furti nel Meratese, la Lega denuncia come “intollerabile” questa situazione e presenta due interrogazioni urgenti al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese.

LEGGI ANCHE: Pagano le tasse anche se avrebbero diritto all’esenzione: premiate tre aziende lecchesi

Furti nel Meratese, le interrogazioni della Lega

“La situazione sicurezza nel territorio dei comuni del Meratese è sempre più preoccupante – dichiarano i senatori della Lega Paolo Arrigoni, Antonella Faggi e Erica Rivolta, insieme agli onorevoli Roberto Paolo Ferrari, Giulio Centemero, Eugenio Zoffili e Nicola Molteni, firmatari delle due interrogazioni presentate al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese – Da diversi mesi si susseguono infatti molteplici furti e tentativi di furto anche in presenza dei proprietari nelle abitazioni prese di mira dai ladri. Sindaci e residenti sono ormai esasperati e si registra una generale sensazione di insicurezza, testimoniata dalla rabbia dei cittadini e dalla spregiudicatezza dei ladri. Per queste ragioni già lunedì (domani, 11 gennaio 2021 nrd) la Lega presenterà alla Camera e al Senato due interrogazioni rivolte al ministro dell’Interno Lamorgese”.

“Chiediamo sicurezza e incolumità per i cittadini”

“L’ultimo grave episodio si è registrato lo scorso 30 dicembre 2020, culminato con le minacce al sindaco di Merate Massimo Panzeri che rientrando a casa è stato insultato e inseguito con fare aggressivo da due individui solo per aver chiesto loro perché si stessero aggirando in una via residenziale – continuano gli esponenti leghisti – Con la nostra interrogazione chiediamo quindi quali iniziative urgenti voglia adottare il ministro dell’Interno per garantire la dovuta sicurezza e incolumità ai cittadini di Merate e dei comuni limitrofi, come ad esempio Olgiate Molgora, Calco, Brivio o Montevecchia, dove si sono verificati diversi furti nelle abitazioni”.

“Anziché impiegare mezzi e risorse per tampinare i cittadini sui loro sposamenti o limitare l’esercizio della libertà personali, riteniamo necessario che il Ministero riveda la propria strategia e l’impiego delle forze dell’ordine – alle quali va il nostro ringraziamento per il loro lavoro e la costante presenza sul territorio – utilizzandole maggiormente per il contrasto alla criminalità e per garantire la sicurezza dei cittadini e degli amministratori locali impegnati in prima linea”, conclude la Lega. “In ogni caso nelle prossime settimane avremo modo di coordinarci ancora più efficacemente con i nostri sindaci e amministratori comunali per dare il via ad una serie di iniziative, tra cui il confronto costante con il prefetto di Lecco”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità