Eccellenza meratese

Prestigioso riconoscimento per la Technoprobe

L'azienda di Cernusco Lombardone per la prima volta nella lista degli All Stars 2020 dell’industria dei semiconduttori.

Prestigioso riconoscimento per la Technoprobe
Economia Meratese, 27 Dicembre 2020 ore 09:03

Stefano Felici, Chief Executive Officer, Roberto Crippa e Cristiano Crippa, Executives Vice Presidents & SG di Technoprobe di Cernusco Lombardone, rientrano per la prima volta nella lista degli All Stars 2020 dell’industria dei semiconduttori.

Technoprobe nell’Olimpo dei semiconduttori

Un riconoscimento conferito da VLSIResearch Inc., società leader nella ricerca tecnologica e nella consulenza incentrata sulla ricerca di mercato delle Probe Card, per il costante impegno nello sviluppo di nuove tecnologie e soluzioni di schede di test per microchip, in grado di contribuire in maniera decisiva alla crescita di un mercato che oggi influenza sempre di più la vita di tutti noi, ovvero quello tecnologico. “Siamo orgogliosi di aver ricevuto questo prestigioso premio, che dimostra come una piccola realtà imprenditoriale nel cuore della Brianza possa raggiungere riconoscimenti così importanti a livello internazionale grazie alla passione per l’innovazione”, afferma Roberto Crippa.

Da Pmi a protagonista assoluta

Technoprobe in pochi anni è passata dall’essere una semplice PMI con sede nel cuore della Brianza, a Cernusco Lombardone, a protagonista assoluta del settore delle Probe Card, confermandosi come eccellenza “made in Italy”. Nonostante, infatti, il 2020 sia stato un anno difficile la società ha continuato a crescere in termini di fatturato e di occupazione con una stima di crescita per il 2020 di oltre 300 milioni di dollari. Numeri che derivano non solo dall’eccellenza del servizio offerto ai colossi mondiali dell’elettronica, riconosciuta anche da VLSI con il titolo di miglior fornitore al mondo di Probe Card per il terzo anno consecutivo, ma anche dai continui investimenti interni per incrementare la propria capacità produttiva, tenendo sempre in considerazione l’impatto che l’attività ha sull’ambiente.

Investire nella comunità

“La nostra politica – continua Crippa – è sempre stata quella di investire in noi stessi e nella comunità in cui operiamo. Abbiamo fatto investimenti enormi: nel nostro Headquarters abbiamo realizzato un nuovo stabilimento nel 2017, ristrutturato e ampliato altre due unità e stiamo realizzando il building numero 5 che verrà pronto la prossima primavera. Inoltre stiamo investendo circa 30M€ per un nuovo impianto ad Agrate Brianza che ci permetterà di crescere ulteriormente”.

1300 dipendenti nel mondo

Crescita che impone a Technoprobe, che ad oggi conta circa 1300 persone sparse in tre continenti (Europa, USA, Asia), di cui oltre 800 solo in Italia, un continuo ampliamento dell’organico. Da inizio 2020, infatti, Technoprobe ha assunto più di 300 nuove figure professionali. “Siamo una azienda internazionale, ma con un cuore prettamente italiano. Siamo radicati nel tessuto sociale e vogliamo continuare a crescere insieme alla nostra comunità. Abbiamo un occhio di riguardo per i giovani con iniziative come la Technoprobe Academy, dove collaboriamo con enti locali come Roadjob o nazionali come le migliori università per la formazione dei nostri giovani. La crescita negli scorsi anni è stata fenomenale, ma non ci fermiamo qui. Nel 2021 prevediamo altre 300 nuove assunzioni”, conclude Roberto Crippa.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità