Menu
Cerca
Lavoro

Nel 2020 13.014 lecchesi in cassa integrazione, “Un terremoto economico”

Aprile è stato il mese più nero a seguito della chiusura totale delle attività produttive: in quel mese a Lecco sono state chieste 8.517.493 ore di cassa

Nel 2020 13.014 lecchesi in cassa integrazione, “Un terremoto economico”
Economia Meratese, 22 Gennaio 2021 ore 11:55

Il 12° rapporto UIL del Lario sulla cassa integrazione nelle Province di Como e Lecco, anno 2020, rileva una diminuzione della richiesta di ore di cassa integrazione da parte delle imprese nel mese di dicembre rispetto al mese precedente a seguito della parziale riapertura delle attività produttive. Il  confronto atra il 2019 e il 2020  rileva invece  l’orribile situazione economica che hanno vissuto i nostri territori. A Lecco infatti nel 2020 le ore di cassa sono state  26.547.584  mentre nel 2019 erano state 2.003.587 con un incremento del  1.225,0%. A Como Nel  2020 45.229.588 ore di cassa  e nel 2019  3.883.62 ovvero + 1.064,6%. Nel 2020 i lavoratori che sono stati in cassa integrazione mediamente, anche se i dati sono carenti dei lavoratori in FIS e fondo bilaterale per l’artigianato   sono stati 13.014 a Lecco e  22.171 a Como.

Cassa integrazione, aprile il mese più nero

Aprile è stato il mese più nero a seguito della chiusura totale delle attività produttive: in quel mese a Lecco sono state chieste 8.517.493 ore di cassa integrazione e  11.860.805  a Como.

Cassa Integrazione Totale: dicembre 2020 rispetto al mese di novembre 2020
Como -63,6%;
Lecco -22,9%;
Lombardia -21,2%;
Italia -26,3%.

Mentre, il dato di confronto dicembre 2020 con dicembre 2019:
Como +453,0%;
Lecco +2906,2%;
Lombardia +1531,3%;
Italia +1061,8%.

 

I settori

Tutti i settori hanno subito le conseguenze dell’emergenza sanitaria Covid-19 nell’anno 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019:

Industria: Como +790,1%; Lecco +990,9%.
Edilizia: Como +884,7%; Lecco +1.659,5%.
Artigianato: Como +10.995.900,0%; Lecco +2.563.900,0%.
Commercio: Como +6.003,7%; Lecco +5.699.476,3%.

Forte la sofferenza dei due settori produttivi principali del Territorio:
Tessile:
Como, confronto cassa integrazione totale Tessile anno 2020 -2019, +559,3%
Lecco, confronto cassa integrazione totale Tessile anno 2020 -2019, +1.264,4

Metalmeccanico
Como, confronto cassa integrazione totale settore meccanica-metallurgia anno 2020-2019, +749,3%
Lecco, confronto cassa integrazione totale settore meccanica-metallurgia anno 2020-2019, +859,9%

Terremoto economico

L’anno appena concluso è stato un terremoto economico da proporzioni apocalittiche i cui effetti si faranno sentire per molti anni – sottolinea  Salvatore Monteduro, Segretario Generale CST UIL del Lario  – Purtroppo, anche il nuovo anno non è iniziato bene per la chiusura di molte attività produttive del settore del commercio e servizi alla persona a seguito dell’assegnazione in zona rossa della Lombardia. È essenziale uscire velocemente dall’emergenza sanitaria per una ripresa strutturale, in attesa di ciò diventano fondamentali i sussidi per la cassa integrazione, il divieto ai licenziamenti e i contributi e liquidità alle imprese per evitare che si perdano posti di lavoro. Un ulteriore contributo alla ripresa potrà arrivare dai progetti legati alle risorse della Next
Generation EU”.

 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli