Economia
Eccellenze lecchesi

La Cremonini taglia il traguardo dei 60 anni di fondazione

Tre generazioni di imprenditori impegnati nella progettazione e produzione metallica.

La Cremonini taglia il traguardo dei 60 anni di fondazione
Economia Oggionese, 19 Novembre 2021 ore 15:29

Cremonini Srl di Suello, sessant’anni di fondazione e tre generazioni di imprenditori impegnati nella progettazione e produzione metallica.

LEGGI ANCHE Biokosmes: da piccolo laboratorio ad azienda quotata in borsa

La Cremonini taglia il traguardo dei 60 anni di fondazione

L’impresa della famiglia Cremonini-Riva nasce nel 1961 con una piccola sede a Lecco, secondo la tradizione artigianale “casa e bottega”. Il primo luogo di lavoro era infatti un piccolo capannone sotto casa del fondatore,  Aldo Cremonini,  all’epoca trentenne. E il numero 30 ricorre come un vero talismano nella vita dell’azienda e di chi ne assume la guida. A 30 anni tocca infatti al figlio Daniele Riva, oggi presidente di Confartigianato Imprese Lecco, prendere le redini della carpenteria che nel 1989 si  sposta a Rivabella. Oggi sono i figli di Riva, Alessio e Manuel Riva, trentenni, a lavorare al fianco del padre e della madre Daniela nel far crescere ancora di più l’azienda specializzata in carpenteria metalmeccanica, che nel 2015 cambia di nuovo sede e si trasferisce a Suello.

“30 è un numero che ritorna spesso nella nostra storia – commenta Riva – I diversi passaggi generazionali sono avvenuti sempre intorno a quest’età:  dopo aver ereditato la professione da mio padre, sono orgoglioso oggi di vedere i miei figli in azienda, anche se mi avranno tra i piedi ancora un po’. Uno dei problemi più difficili da affrontare per le imprese artigiane è il cambio generazionale. Nel nostro caso abbiamo avuto la fortuna di essere arrivati alla terza generazione e mi auguro prima o poi di vedere la quarta! A ogni passaggio l’azienda è cresciuta e ha cambiato pelle, guardando al futuro e sapendosi rinnovare e innovare”.

Com’è cambiata la vostra attività e cosa vi attende in futuro?

“Dal 1961 a oggi, abbiamo sempre investito in tecnologia, in particolare in macchinari avanzati per la lavorazione della lamiera, e in risorse umane. Abbiamo assunto di recente un ragazzo su cui puntiamo per il lungo periodo, stiamo svolgendo tutti un corso di inglese per essere più preparati nei rapporti commerciali esteri che, proprio nell’ultimo periodo, grazie al nostro nuovo sito e all’apporto della Rete Ufficio Estero di Confartigianato, hanno portato all’assegnazione di una grossa commessa tedesca che ci terrà impegnati per mesi. L’anno prossimo rinnoveremo l’impianto laser, introdurremo il sistema di rilevazione automatica dei tempi di lavoro nel nostro Erp e continueremo a puntare sulla nostra formazione e sull’internazionalizzazione”.

Necrologie