Virus ed economia

Fallimenti, protesti, cassa integrazione: la situazione sul territorio

L'analisi della Camera di Commercio di Como-Lecco 

Fallimenti, protesti, cassa integrazione: la situazione sul territorio
Meratese, 11 Giugno 2020 ore 15:24

Fallimenti, protesti, cassa integrazione: la situazione sul territorio ecco ulteriori dati elaborati dall’Ufficio Studi e Statistica della Camera di Commercio di Como-Lecco sull’andamento economico del primo trimestre 2020.

LEGGI ANCHE Gravi gli effetti del Coronavirus sull’economia lecchese: calano la produzione, gli ordini e il fatturato

Fallimenti, protesti, cassa integrazione: la situazione sul territorio

 

  • i fallimenti sono in crescita a Como da 13 a 18 unità (+38,5%), mentre calano a Lecco da 16 a 9 (-43,8%). Pertanto, l’intera area lariana ha registrato una riduzione del 6,7% (Lombardia                -19,5% e il -19,6% dell’Italia);

 

  • diminuisce l’importo complessivo dei protesti in entrambe le province: a Como da oltre 1,2 milioni a poco più di 600.000 Euro (-50,1%); a Lecco da oltre a oltre 200.000 a quasi 80.000 Euro (-61,9%). Dunque, l’importo dei protesti dell’intero territorio lariano è calato del 51,8%;

 

  • aumentano le ore di cassa integrazione autorizzate dall’INPS in tutti e due i territori. Tuttavia, si nota un andamento differenziato: nei primi tre mesi del 2020 a Como aumentano considerevolmente le ore di cassa integrazione ordinaria (+100,2% rispetto allo stesso periodo del 2019), mentre diminuiscono quelle straordinarie (-46,8%); non si è fatto ricorso alla cassa in deroga e, complessivamente, le ore sono salite del 25,2%. A Lecco cresce soprattutto la cassa straordinaria (+13.145,6%), ma aumenta anche quella ordinaria (+53,6%); anche in questo territorio l’INPS non ha autorizzato ore di cassa in deroga, e le ore totali sono cresciute del 188,8% Complessivamente, le ore di cassa autorizzate nell’intera area lariana crescono del 55,1% (+85,7% la CIG ordinaria, +12,6% quella straordinaria) ;

 

 

  • a fine marzo 2020 le imprese registrate in provincia di Como erano 47.600 (per 60.678 unità locali) e il saldo tra imprese nate e cessate nei primi tre mesi del 2020 è negativo per 377 unità. Rispetto a fine marzo 2019 il numero delle aziende registrate è cresciuto dello 0,1%. A Lecco le imprese registrate erano 25.560 (per 32.687 localizzazioni) e il saldo tra imprese nate e cessate è pari a -213 (la variazione del numero delle imprese registrate è stata del -0,8%). Nel complesso, le aziende lariane sono diminuite dello 0,2% (a fronte del -0,7% lombardo e del     -0,1% nazionale): le iscrizioni sono calate del 17,9% e le cessazioni dell’8,6%.

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia