Lettera aperta

Vuoi fare l’artista? Scordati la pensione, di essere pagato… ma lo fai perché ami la bellezza

Il pensiero di Nicola Bruni, direttore di Spazio Bizzarro con sede al Parco Vivo a Casatenovo.

Vuoi fare l’artista? Scordati la pensione, di essere pagato… ma lo fai perché ami la bellezza
Casatese, 07 Giugno 2020 ore 15:08

Vuoi fare l’artista? Scordati la pensione, di essere pagato subito, di fare progetti a lungo termine. Ma se lo fai è perché credi ancora nella bellezza. E’ carica di emozione la lettera aperta di Nicola Bruni, direttore artistico di Spazio Bizzarro, la scuola di circo con sede al Parco Vivo, in via Monteregio a Casatenovo. La riportiamo integralmente.

Nicola Bruni, direttore di Spazio Bizzarro

Lettera aperta di un artista

NON APRIRE UNA SCUOLA DI CIRCO e NON FARE L’ARTISTA, se non hai il coraggio.

Il coraggio è la virtù umana, spesso indicata anche come fortitudo o fortezza, che fa sì che chi ne è dotato non si sbigottisca di fronte ai pericoli, affronti con serenità i rischi, non si abbatta per dolori fisici o morali e, più in generale, affronti a viso aperto la sofferenza, il pericolo, l’incertezza e l’intimidazione.

Per essere artista devi essere creativo, prestante, innovativo, motivato e autentico. Inoltre devi allenarti, devi formarti, devi continuamente aggiornarti, devi rinnovarti di anno in anno, devi essere sempre in forma fisica, ma devi anche saper fare un sito internet, devi saper gestire la contabilità, devi saper fare comunicazione, devi farti la pubblicità, devi comprarti I mezzi per spostarti, devi investire nelle attrezzature, devi investire nella sicurezza.
Devi anche scordarti una pensione, devi scordarti una vera assicurazione sul lavoro, devi scordarti di essere pagato subito, devi scordarti di fare progetti a lungo termine, devi scordarti di lavorare per i soldi (menomale), devi ricordarti che quello fai non è ancora considerato un lavoro, devi scordarti finanziamenti, devi scordarti una tutela, inoltre devi mettere in conto che ti pagheranno dopo almeno 3 o 4 mesi, se sei fortunato, altrimenti non ti pagano.
Chi intraprende la strada artistica è precario e sarà precario a vita.

Chi invece apre una scuola di circo, deve investire tutto il suo tempo, deve investire tutti i suoi risparmi, deve investire sulla formazione, deve sapere fare I bilanci, deve saper gestire la contabilià dei corsisti e dei lavoratori, deve saper essere presente sempre, deve investire sulle attrezzature e sulla sicurezza, deve saper usare la fatturazione elettronica, deve saper fare preventivi, deve saper fare l’elettricista, il falegname, l’imbianchino, deve saper insegnare, deve sapere insegnare più discipline possibili, deve saper montare un tendone, deve saper guidare un rimorchio, deve saper sporcarsi le mani ogni giorno, deve essere al passo coi tempi, deve saper gestire le situazioni di emergenza, deve avere il corso antincendio, deve avere il corso di primo soccorso, deve avere il corso del DAE, deve avere il corso di lavoro in quota, deve avere il corso lavoro in fune, deve avere il tesserino tecnico, deve saper fare le buste paghe, deve pulire e lavare i propri spazi, deve saper fare manutenzione ordinaria e straordinaria delle proprie strutture, deve saper coordinare, deve saper dirigere, deve saper presentare, deve essere multitasking, deve saper essere un punto di riferimento, deve andare in Siae, deve fare riunioni ogni giorno, deve assumersi tutte le responsabilità, deve saper scrivere, deve saper gestire i social, deve saper fare il grafico, deve saper fare video, deve saper creare uno spettacolo coi propri allievi, deve fare il tecnico luci, il tecnico audio, saper fare una regia di un saggio, deve saper tutte le normative, deve passare tutto il giorno con il telefono in mano, deve investire ogni sua forza.
Chi intraprende la strada di aprire una scuola di circo, il suo lavoro principale sarà quello di risolvere problemi.

E allora perché farlo?
In estrema sintesi: perché chi lo fa, ha il coraggio di credere ancora nella “BELLEZZA”

Chi fa l’artista, chi fa spettacoli, chi apre una scuola di circo, chi lavora con l’arte DEVE avere coraggio. La bellezza ci salverà.🌵

Anche questa volta io e tutto lo staff bizzarro, lotteremo per far ripartire Spaziobizzarro.
Questa volta però il coraggio ce lo state dando tutti voi, che ogni giorno ci sostenete con messaggi di conforto e sostegno.
Nelle foto un po’ di bellezza dopo le ristrutturazioni di questo mese!
Grazie
Nicola Bruni, artista e direttore di Spaziobizzarro

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia