Niente assembramenti

Vigili, telecamere e controlli targhe: occhio a fare i furbi nel weekend lungo l’Adda

Il rischio è che non vengano rispettate le prescrizioni del Dpcm della Fase 2.

Vigili, telecamere e controlli targhe: occhio a fare i furbi nel weekend lungo l’Adda
Meratese, 09 Maggio 2020 ore 08:52

Fare i furbi nel fine settimana, concedendosi una gita fuori porta approfittando delle belle giornate di sole, potrebbe costare caro. I Comuni del Meratese che si affacciano sull’Adda hanno infatti siglato una sorta di patto per intensificare i controlli durante tutto il weekend.

Niente assembramenti lungo l’Adda

A spiegarlo è stato Federico Airoldi, sindaco di Brivio, uno dei paesi maggiormente a rischio assembramenti. “Voglio parlarvi dei controlli che sono stati organizzati per il fine settimana, a maggior ragione dopo aver preso atto di quanto documentato dai vari telegiornali sugli assembramenti dei navigli ed in alcune località turistiche. Che piaccia o no le norme che giustificano gli spostamenti, anche se con qualche concessione in più, sono sempre in vigore e vanno rispettate. A Brivio vige l’ordinanza che vieta l’accesso sull’intero territorio comunale, ai non residenti, con mezzi trasporto privati e pubblici per chi intende venire a far sport” ha spiegato.

Tre tipi di controlli

I controlli saranno di due tipi:con la Polizia Locale che estenderà il pattugliamento anche sull’alzaia in accordo con i sindaci dei comuni che si affacciano sull’Adda; con le telecamere di registrazione immagini; con i lettori targa. “Non ho disposto i controlli per incassare i proventi delle sanzioni, non è questo lo scopo. Voglio evitare quello che abbiamo visto a Milano che porterà ad una maggior diffusione del virus. Non possiamo permetterci una nuova fase 1” ha precisato Airoldi.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia