Covid e crisi

Robbiate: pubblicato il bando per la solidarietà alimentare

Sarà possibile fare domanda a partire dal 28 dicembre

Robbiate: pubblicato il bando per la solidarietà alimentare
Cronaca Meratese, 26 Dicembre 2020 ore 15:28

Il Comune di Robbiate ha avviato le procedure per assegnare i buoni spesa a sostegno dei nuclei familiari economicamente più in difficoltà a causa dell’emergenza Covid-19.  Tutte le informazioni in merito e i documenti per presentare la domanda sono disponibili qui.

Robbiate: pubblicato il bando per la solidarietà alimentare

L’intervento di natura economica straordinaria a favore delle famiglie consiste nell’erogazione di buoni spesa una tantum, destinati all’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità, da acquisire presso gli esercizi commerciali locali, quale misura urgente di solidarietà alimentare.

La domanda potrà essere presentata a partire dal 28 dicembre 2020 con le seguenti modalità:
➢ consegna a mano presso l’ufficio protocollo
➢ via mail all’indirizzo: protocollo@comune.robbiate.lc.it
Le domande saranno accolte fino ad esaurimento dell’importo disponibile pari ad € 33.855,79

I requisiti per accedere ai buoni

Accedono all’erogazione dei buoni in via prioritaria:
1) Nuclei familiari nei quali almeno un componente si trovi in una delle seguenti
condizioni:
Nel periodo tra aprile e ottobre 2020
➢ aver avuto una diminuzione significativa dell’orario di lavoro
➢ sia stato destinatario di cassa integrazione, NASPI o altri ammortizzatori sociali
➢ aver avuto cessazione di contratti a tempo determinato senza rinnovo
e che alla data del 1° ottobre 2020 abbiano disponibilità economica sui conti correnti bancari riferibili ai componenti del nucleo non superiore a € 3.000,00
Tra i richiedenti avranno la priorità:
➢ nuclei familiari numerosi (5+ componenti);
➢ nuclei mono-genitoriali;
➢ nuclei in cui sono presenti persone disabili

Successivamente accedono:
2) Nuclei familiari nei quali almeno un componente si trovi nelle seguenti condizioni:
➢ soggetti privi di occupazione non destinatari di altro sostegno economico pubblico
➢ soggetti con reddito di cittadinanza attualmente sospeso revocato o decaduto
➢ persone in condizione di fragilità economica
➢ persone anziane con pensione minima o in assenza di pensione
➢ categorie di persone non comprese nelle misure ministeriali

Tra i richiedenti avranno la priorità:
➢ nuclei familiari numerosi (5+ componenti);
➢ nuclei mono-genitoriali;
➢ nuclei in cui sono presenti persone disabili

3) Una volta evase le domande di cui ai punti 1) e 2) si terranno in considerazione utenti
percettori contributi pubblici (ad es., reddito di cittadinanza, cassa integrazione, NASPI o
altro), sulla base di attestazione da parte dell’Ufficio dei Servizi Sociali dello stato di
necessità. In particolare sarà tenuta in considerazione l’entità del contributo percepito, il
carico familiare (presenza di minori e disabili), e altri indicatori di disagio sociale dichiarati
nella domanda.

Entità dei buoni

➢ valore del buono per i nuclei di un componente: 150,00 euro
➢ valore del buono per nuclei con due componenti: 250,00 euro
➢ valore del buono per nuclei con tre o più componenti: 350,00 euro
➢ presenza di neonati-infanti 0-3 anni: +100,00 euro (una tantum).
➢ casi particolari (ex: allergie, celiachia ecc.) da valutare incremento buono spesa: +50€

Spese ammissibili

➢ Con i buoni è possibile acquistare beni alimentari e di prima necessità per la cura della
persona e della casa.
➢ Non sono ammesse spese per alcolici, superalcolici o giochi d’azzardo (compresi gratta
e vinci o lotterie).

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità