Cultura

Organo Lewis, cancellata la presentazione del cd a Sotto il Monte

A gennaio l’artista britannico di fama mondiale Colin Walsh è stato a Sotto il Monte per incidere i brani.

Organo Lewis, cancellata la presentazione del cd a Sotto il Monte
Isola, 11 Maggio 2020 ore 21:31

Organo Lewis, cancellata la presentazione del cd inciso dall’artista di fama mondiale Colin Walsh al Pime di Sotto il Monte.

Organo Lewis, cancellata la presentazione del cd

Anche se la prima parte della stagione concertistica prevista per questa primavera è stata cancellata, o meglio, rinviata a data da destinarsi, la musica dell’organo Lewis che si trova nella casa natale di papa Giovanni XXIII risuona in tutta la sua grandezza, seppur in forma digitale.
Lo scorso gennaio, infatti, l’artista britannico di fama mondiale Colin Walsh è stato a Sotto il Monte per incidere un cd con l’etichetta francese Fugatto, specializzata in questo genere di musica. L’organista, uno dei massimi interpreti al mondo, era giunto per celebrare il quinto anniversario dall’arrivo dello strumento in terra orobica, dopo più di un ventennio di abbandono a Londra, e per alcuni giorni è stato al Pime a registrare il disco.

LEGGI ANCHE: Cura con il plasma, i risultati della sperimentazione: “Presto la banca del plasma iperimmune” VIDEO

Un excursus attraverso la musica organistica europea

Questa registrazione offre un interessante excursus da Bach a Vierne, attraverso tre “anime” della musica europea, quella tedesca, francese ed ovviamente inglese. Un viaggio tra le grandi pagine della letteratura organistica che mette in mostra tutte le sfumature dell’organo Lewis, magistralmente interpretate con pathos, eleganza e raffinatezza dall’organista della Cattedrale di Lincoln. L’ascolto è piacevole e la presa del suono estremamente realistica, con note che scorrono poderose ed eleganti tra le differenti sensazioni e sentimenti che i brani suggeriscono all’ascoltatore. Il risultato, considerando anche le dimensioni e la particolarità architettonica della chiesa del seminario del Pime, è per certi aspetti sorprendente, maestoso.

Il disco è acquistabile alla casa natale di Papa Giovanni XXIII

«L’esperienza e la storia insegnano che nei momenti più difficili la musica è portatrice di rinascita – ha dichiarato il direttore artistico del progetto Fabio Amigoni – In un periodo così buio e per molti aspetti tragico, la cultura è e deve anzitutto essere un sostegno all’animo e un invito ad andare avanti». Lo scoppio della pandemia non ha permesso una presentazione ufficiale del cd, che sarebbe dovuta avvenire a fine aprile al Pime, ma gli interessati potranno comunque acquistarlo recandosi alla casa natale di papa Giovanni XXIII. «I consensi, provenienti specialmente dall’estero, testimoniano ancora una volta il valore e lo spessore di questo progetto artistico inaugurato cinque anni fa – ha commentanto ancora Amigoni – La stessa scelta di questo strumento, collocato in un piccolo paesino italiano, da parte di un artista di fama mondiale ci riempie certamente di orgoglio». A settembre, inoltre, è previsto un concerto in collaborazione con Promoisola un occasione delle celebrazioni del ventennale della Rassegna organistica dell’Isola Bergamasca.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia