Il fatto di sangue del 2012

Omicidio di Paderno, uno degli autori è morto in carcere

Fabio Citterio, tecnico informatico originario di Lurago d'Erba, stava scontando trent'anni di carcere per avere ucciso Antonio Caroppa.

Omicidio di Paderno, uno degli autori è morto in carcere
Cronaca Meratese, 13 Gennaio 2021 ore 12:13

E’ morto in carcere a Busto Arsizio Fabio Citterio, autore insieme a Tiziana Molteni dell’omicidio di Paderno d’Adda avvenuto il 10 maggio 2012. Un fatto di sangue, quello dell’uccisione di Antonio Caroppa, che aveva sconvolto il Meratese.

Morto il killer dell’omicidio di Paderno

antonio caroppa
Antonio Caroppa

Citterio, tecnico informatico originario di Lurago d’Erba, condannato a trent’anni così come la sua complice, è deceduto nei giorni scorsi dietro le sbarre del penitenziario di Busto Arsizio. Nella serata del 10 maggio 2012, insieme a Tiziana Molteni aveva convinto Antonio Caroppa (46 anni) a scendere nei garage del complesso residenziale di Paderno d’Adda in cui abitava. Gli avevano spiegato che avevano urtato per sbaglio la sua automobile, ma in realtà aspettavano solo di tendergli una trappola. Dalla revolver 38 special che si portavano dietro, partì un colpo che perforòla carotide del giovane padre di famiglia.

La vendetta del boss

I due scappano con l’aiuto di Santo Valerio Pirrotta che il tribunale ritiene il mandante dell’omicidio e che sta scontando l’ergastolo. Secondo gli investigatori l’ordine di uccidere Caroppa era arrivato dal boss Alberto Ciccia, che aveva avuto una relazione con la compagna di Caroppa e le aveva giurato vendetta se si fosse concessa ad altri uomini. Pirrotta pare avesse avuto il compito di ingaggiare due killer per la spedizione punitiva. Alberto Ciccia, due giorni dopo la conferma dell’ergastolo a Pirrotta, è deceduto per gravi problemi di salute.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità