A BRIVIO

Movida e maleducazione sul lungofiume, il richiamo del sindaco FOTO

Rifiuti abbandonati e cestini stracolmi. La movida lascia il segno anche sul lungofiume di Brivio

Movida e maleducazione sul lungofiume, il richiamo del sindaco FOTO
Cronaca Meratese, 26 Maggio 2020 ore 10:37

Movida e maleducazione. Dopo il primo fine settimana post lockdown il lungofiume di Brivio è stato invaso da rifiuti abbandonati nei pressi di cestini stracolmi oppure direttamente sulle panchine della passeggiata.

Uno spettacolo che molti briviesi hanno definito "indecoroso e indegno". Subito è arrivata anche la denuncia da parte dell'Amministrazione, il sindaco Federico Airoldi ha diramato un comunicato dove ha annunciato un intervento straordinario di pulizia per la zona: "Il primo fine settimana dopo il lockdown ha portato a Brivio centinaia di persone. Non tutti si sono comportati correttamente, omettendo di utilizzare la mascherina e disperdendo rifiuti in ogni angolo tanto da dover attivare Silea per un intervento straordinario di pulizia del lungo fiume e delle strade domani mattina".

LEGGI ANCHE: La prima domenica di libertà fa rima con inciviltà: tanti i rifiuti abbandonati 

Movida: il sindaco minaccia provvedimenti

Airoldi ha però rincarato la dose richiamando i cittadini e i turisti alla responsabilità, minacciando ulteriori provvedimenti restrittivi: "Questo fenomeno, come confermato dai colleghi sindaci di molti comuni che si affacciano sull'Adda, in località turistiche del lago ed in collina, ha caratterizzato la domenica ed è stato uno scempio ovunque. Non intendo seguire le polemiche e le tante considerazioni che si leggono in queste ore sui social. Mi limito a dire che così non va bene e quindi non escludo l'applicazione di provvedimenti restrittivi qualora ce ne fosse la necessità anche in funzione delle informazioni che ci saranno trasmesse dalla Regione e dalla Protezione Civile".
Necrologie