Vicinanza dell'associazione lecchese

Minacce ai vertici di Confindustria, Riva: “Sembra di essere tornati agli anni bui”

Il Presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, Lorenzo Riva, esprime solidarietà ai Presidenti Stefano Scaglia (Confindustria Bergamo) e Marco Bonometti (Confindustria Lombardia) per le minacce ricevute in questi giorni.

Minacce ai vertici di Confindustria, Riva: “Sembra di essere tornati agli anni bui”
Lecco e dintorni, 30 Giugno 2020 ore 11:19

Il Presidente di Confindustria Lecco e Sondrio, Lorenzo Riva, esprime solidarietà ai Presidenti Stefano Scaglia (Confindustria Bergamo) e Marco Bonometti (Confindustria Lombardia) per le minacce ricevute in questi giorni.

LEGGI ANCHE Lettera con un proiettile indirizzata al presidente di Confindustria Bergamo

Minacce ai vertici di Confindustria, Riva: “Sembra di essere tornati agli anni bui”

“A nome di tutti gli Associati a Confindustria Lecco e Sondrio e mio personale esprimo la massima solidarietà e vicinanza agli amici Stefano Scaglia e Marco Bonometti, Presidenti di Confindustria Bergamo e Confindustria Lombardia, che stanno vivendo un momento drammatico a causa delle gravissime minacce ricevute. È inconcepibile ed inaccettabile che i rappresentanti del sistema delle imprese siano attaccati, quando l’impegno di tutti noi in questi mesi è stato sempre e prioritariamente quello di garantire la piena tutela della salute dei nostri collaboratori, facendo allo stesso tempo il possibile per salvaguardare il lavoro e l’occupazione. Sembra di essere tornati agli anni bui che ci eravamo ormai lasciati alle spalle, con un clima di odio verso le imprese e minacce personali a chi le rappresenta, mentre in questo momento difficile per il Paese le forze economiche e sociali devono restare unite e lavorare nella stessa direzione. Solo un dialogo civile e costruttivo fra tutte le parti sociali può isolare questi soggetti, autori di gesti gravi”.

Lorenzo Riva, Presidente Confindustria Lecco e Sondrio

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia