Covid-19

“I medici specializzandi hanno dato l’anima nell’emergenza Coronavirus”

"A loro vanno riconosciuti pari diritti e tutele rispetto agli altri operatori sanitari"

“I medici specializzandi hanno dato l’anima nell’emergenza Coronavirus”
Lecco e dintorni, 23 Giugno 2020 ore 10:23

Solidarietà e sostegno alla battaglia dei medici specializzandi che ieri mattina hanno tenuto un presidio sotto il palazzo della Regione. A esprimerla il Gruppo regionale del Pd. “Durante l’emergenza Covid gli specializzandi hanno dato l’anima, come i medici strutturati, per combattere il virus – fa presente Raffaele Straniero, consigliere regionale le–. Senza di loro lo sforzo del personale strutturato sarebbe stato ancora più insopportabile. Il loro impegno e la loro fatica ora non possono passare sotto silenzio. A loro vanno riconosciuti pari diritti e tutele rispetto agli altri operatori sanitari, rendicontazione delle ore, diritto alle ferie, al congedo parentale, riconoscimento del rischio radiologico. Niente di meno”.

LEGGI ANCHE Coronavirus: sempre più casi debolmente positivi: “La Lombardia sta superando l’emergenza

“I medici specializzandi hanno dato l’anima nell’emergenza Coronavirus”

Il consigliere Pd continua: “La Regione ha distribuito le risorse stanziate dal Governo per gli incentivi di tutti gli operatori sanitari e amministrativi che hanno lavorato anche in smart working. Gli specializzandi, che hanno lavorato come gli altri, sono stati esclusi: non è accettabile. Chiediamo, pertanto, che venga dato anche a loro l’incentivo economico come riconoscimento del grande sacrificio fatto in questi mesi. Il Governo ha destinato alla Regione mezzo miliardo di euro per la sanità lombarda, compresi incentivi e assunzioni. È chiaro che le risorse ci sono, dunque non ci sono scuse”, conclude Straniero.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia