Menu
Cerca
Covid-19

“I medici specializzandi hanno dato l’anima nell’emergenza Coronavirus”

"A loro vanno riconosciuti pari diritti e tutele rispetto agli altri operatori sanitari"

“I medici specializzandi hanno dato l’anima nell’emergenza Coronavirus”
Cronaca Lecco e dintorni, 23 Giugno 2020 ore 10:23

Solidarietà e sostegno alla battaglia dei medici specializzandi che ieri mattina hanno tenuto un presidio sotto il palazzo della Regione. A esprimerla il Gruppo regionale del Pd. “Durante l’emergenza Covid gli specializzandi hanno dato l’anima, come i medici strutturati, per combattere il virus – fa presente Raffaele Straniero, consigliere regionale le–. Senza di loro lo sforzo del personale strutturato sarebbe stato ancora più insopportabile. Il loro impegno e la loro fatica ora non possono passare sotto silenzio. A loro vanno riconosciuti pari diritti e tutele rispetto agli altri operatori sanitari, rendicontazione delle ore, diritto alle ferie, al congedo parentale, riconoscimento del rischio radiologico. Niente di meno”.

LEGGI ANCHE Coronavirus: sempre più casi debolmente positivi: “La Lombardia sta superando l’emergenza

“I medici specializzandi hanno dato l’anima nell’emergenza Coronavirus”

Il consigliere Pd continua: “La Regione ha distribuito le risorse stanziate dal Governo per gli incentivi di tutti gli operatori sanitari e amministrativi che hanno lavorato anche in smart working. Gli specializzandi, che hanno lavorato come gli altri, sono stati esclusi: non è accettabile. Chiediamo, pertanto, che venga dato anche a loro l’incentivo economico come riconoscimento del grande sacrificio fatto in questi mesi. Il Governo ha destinato alla Regione mezzo miliardo di euro per la sanità lombarda, compresi incentivi e assunzioni. È chiaro che le risorse ci sono, dunque non ci sono scuse”, conclude Straniero.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli