La storia

“Ho sconfitto il Coronavirus e dopo 38 giorni vado a casa. Ai malati dico: non mollate mai!” LE FOTO

Ferruccio Amonini, volontario dei Vigili del fuoco di Merate, ha scritto una lettera di ringraziamento ai suoi "angeli azzurri".

“Ho sconfitto il Coronavirus e dopo 38 giorni vado a casa. Ai malati dico: non mollate mai!” LE FOTO
Meratese, 20 Aprile 2020 ore 15:23

E’ entrato in ospedale il 14 marzo e verrà dimesso domani, martedì 21 aprile, dopo 38 giorni di ricovero a causa del Coronavirus. Ferruccio Amonini, per tutti “l’Alpino”, volontario dei Vigili del fuoco di Merate, residente a Cernusco Lombardone, è il quinto paziente dimesso dall’inizio della pandemia dal reparto di Pneumologia del Mandic. E sulla sua pagina Facebook, quella pagina che giorno dopo giorno ha aggiornato come una sorta di diario, ha pubblicato poco fa una lunga lettera di ringraziamento al personale sanitario, ma anche di incoraggiamento ai pazienti che ancora combattono contro il Covid.

LEGGI ANCHE Quarantena violata: ancora due denunce

Lascia l’ospedale dopo 38 giorni

“Questa mattina mi sono preparato e anche con un po’ di schiuma sul naso, simpaticamente perché pensavo di uscire oggi dall’ospedale. Invece il dottore mi ha comunicato che domani, 21 aprile 2020, alle ore 15, dopo 38 giorni di ricovero, verrò accompagnato a casa in ambulanza… L’ ambulanza per le dimissioni è obbligatoria per tutti. Uno o due giorni in più non sono nulla in confronto a quello che ho passato. Ringrazio di cuore tutti i miei angeli azzurri: dottori, infermieri, oss, che con la loro professionalità, il loro amore e il loro gran cuore, mi hanno curato coccolato e viziato per tutto questo tempo. Un grazie particolare al dottor Daniele Colombo, primario del reparto di Pneumologia che segue tutti i malati in modo amorevole e professionale. Proprio ieri, domenica, il dottor Colombo, sempre presente 7 giorni su 7 mi disse: alpino ti devi segnare i gomiti due volte, perché la prima settimana che sei arrivato ti abbiamo preso i capelli due volte. La pelle d’oca si è impadronita della mia persona… mi sono sentito un miracolato”.

L’augurio ai malati di Coronavirus

“All’improvviso la voglia di abbracciare il dottore è stata forte, ma come sappiamo tutti non possiamo avvinarci a nessuno… Quindi andrò a casa domani, ma con diversi abbracci di ringraziamento in sospeso che farò sicuramente a tutti i miei angeli azzurri non appena tutta questa pandemia sarà  finita. Grazie… grazie… grazie… vi adoro… Un grazie alla mia forza di volontà, tenacia e amore per la vita, e la voglia di farcela, inoltre sono stato miracolato dai fantastici dottori e da Dio lassù… Desidero augurare una pronta guarigione a tutti i malati di Covid-19 ancora ricoverati nei vari ospedali… Voglio dire a tutti loro che di Covid-19 si può guarire e che dovete metterci la vostra voglia di farcela per sconfiggere il drago bastardo (virus) e avere molta fiducia nei nostri angeli azzurri che stanno curando con il massimo della professionalità tutti i malati di corona virus. Metteteci tutta la vostra grinta… io il drago bastardo l’ho sconfitto. Alpino 1 drago bastardo 0. Adesso tocca a voi affilare le armi e dichiarargli guerra… forza e coraggio non mollate. A tutti i famigliari amici e parenti a casa, abbiate fede e sostenete con forza i vostri cari… Qui dentro la lotta è dura. Con l’aiuto di tutti si riceve una bella carica positiva che aiuta in questa guerra contro il drago bastardo… un abbraccio a tutti con affetto. Ferruccio Alpino Grisù. Ps……non mollate….mai!!!!!!”.

4 foto Sfoglia la gallery
Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia