Cronaca
Coronavirus

Giochi da tavolo per ingannare la noia da quarantena

La divertente idea del bibliotecario di Viganò per divertirsi anche in casa.

Giochi da tavolo per ingannare la noia da quarantena
Cronaca Casatese, 19 Aprile 2020 ore 14:30

Una passione per i giochi da tavolo e per i libri che, in questo momento di isolamento forzato, diventa anche un nuovo modo per avvicinare i ragazzi alla lettura. Ecco la divertente idea della biblioteca di Viganò.

Giochi da tavolo contro la noia, l'idea del bibliotecario di Viganò

L'idea è venuta a Daniele Lavelli, giovane bibliotecario, dal 2018 a Viganò, che ha deciso utilizzare la pagina Facebook della biblioteca comunale per coinvolgere le persone bloccate tra le mura domestiche. Tre le rubriche proposte: dalla recensione di romanzi e libri per gli adulti, all'appuntamento quotidiano per i bambini con la lettura di una storia scritta da Gianni Rodari, nel centenario dalla sua nascita.
«Giochi e libri» è invece la terza rubrica, a cadenza settimanale, che racconta alcuni romanzi classici attraverso i giochi da tavolo.

Una passione nata in tenera età

«E' una passione che ho fin da bambino, quando giocavo a scacchi con mio padre – racconta Daniele – Grazie alla cooperativa Caeb e all'Amminstrazione comunale, che accoglie con entusiasmo le mie proposte, cerchiamo sempre di realizzare nuovi progetti. Questa idea ci è venuta per cercare di avvicinare alla lettura i ragazzi delle scuole medie e delle superiori, che normalmente sono l'utenza che frequenta meno la biblioteca». Una cinquantina i giochi da tavolo che Daniele nel corso degli anni ha collezionato, un prodotto particolare e di nicchia che si trova solo in alcuni negozi di Milano, online o durante fiere specifiche del settore. Ad inaugurare la rubrica è stato «La furia di Dracula», gioco che riprende il celebre romanzo di Bram Stoker, il libro preferito dal giovane bibliotecario fin da bambino: «Quando leggevo il romanzo mi sono sempre chiesto se fosse possibile avere un finale differente. I giochi da tavolo ti permettono di riscrivere la storia».
L'iniziativa sta riscuotendo un buon successo e rappresenta anche una novità assoluta per la piccola biblioteca di Viganò.
Daniele però pensa soprattutto al futuro, a quando questo isolamento sarà terminato: «Mi piacerebbe proseguire con una strada già intrapresa negli ultimi due anni, con una maggiore frequenza. In Italia da poco ha preso piede l'International Games Day: gli editori danno gratuitamente alle biblioteche questi giochi da tavolo per organizzare questa giornata del tutto particolare».

Leggi anche:

Rsa Olgiate: i decessi sono 28, riaprono le visite

Necrologie