Cronaca
scoperti i bivacchi

Droga nei boschi, son tornati gli spacciatori

Quello della vendita e del consumo di stupefacenti, nei boschi in fregio ai tornanti della Sp58 che sale da Santa Maria Hoè a Colle Brianza, è una piaga che di tanto in tanto si riapre

Droga nei boschi, son tornati gli spacciatori
Cronaca Meratese, 05 Gennaio 2023 ore 10:21

Gli spacciatori sono tornati a vendere droga nei boschi tra Santa Maria Hoè e Colle Brianza.

A scoprire i loro bivacchi, nei giorni precedenti al Capodanno, sono stati alcuni volontari che per conto del Comune erano impegnati nella sistemazione delle aree boschive della località Hoè Superiore.

Il racconto del sindaco Efrem Brambilla

«Questi cittadini che si occupano della manutenzione dei sentieri e della cura del verde si sono ritrovati con grande stupore di fronte a un vero e proprio piccolo accampamento - ha raccontato il sindaco Efrem Brambilla - Mi hanno chiamato subito e io a mia volta ho avvertito i Carabinieri, che sono arrivati per un sopralluogo e per sequestrare il materiale rinvenuto».

Niente sostanze stupefacenti, ma c’erano un fornelletto, addirittura uno scolapasta, sedie, sgabelli, teli e coperte. «Non è la prima volta che troviamo questi oggetti ed è evidente che erano di proprietà dei soliti spacciatori che da anni ci tormentano - ha continuato il sindaco - Si sono spostati leggermente più in alto, ma la zona in cui operano è sempre quella».

Spacciatori nei boschi, una piaga che si riapre

Quello della vendita e del consumo di stupefacenti, nei boschi in fregio ai tornanti della Sp58 che sale da Santa Maria Hoè a Colle Brianza, è una piaga che di tanto in tanto si riapre. Nel 2019 erano stati numerosi gli episodi di spaccio segnalati all’Amministrazione e alle forze dell’ordine, tanto che proprio il sindaco Brambilla insieme agli agenti di Polizia locale si era addentrato nella vegetazione per cercare di acciuffare i pusher. Pusher che in seguito si erano spinti a spacciare addirittura a ridosso delle abitazioni del centro paese.

La nascita dei gruppi di Controllo di Vicinato e il protocollo di sicurezza firmato in Prefettura sembravano aver arginato il fenomeno, che invece è tornato proprio durante gli scorsi giorni di festa.

94c17070-8bfa-43e3-999b-05efbf4d8f2c
Foto 1 di 10
6070c1d0-a4fa-49b3-9fff-a1b1bdb82330
Foto 2 di 10
372aac17-1983-47e8-9938-72f9d1400e48
Foto 3 di 10
e35a65c1-fe8c-4f29-a28d-668adbc3aaf9
Foto 4 di 10
8e00a1c6-c2fc-4b0a-98dc-ddb20a581306
Foto 5 di 10
7513d2b0-2835-4644-b60e-1cf93501209d
Foto 6 di 10
7e6c8fbb-afab-4997-9f23-177ecb2868cc
Foto 7 di 10
0da0e684-a27d-4f75-8340-6d28176dc754
Foto 8 di 10
60d66abb-4c3a-4cf1-b0ee-fe7c3fec5000
Foto 9 di 10
2f6f7d70-d84d-4bb3-8256-b06f901a6f02
Foto 10 di 10
Seguici sui nostri canali
Necrologie