Cronaca
Coronavirus

Covid a scuola: sei insegnanti contagiati negli ultimi giorni

Secondo gli ultimi dati ufficiali è calato il numero degli studenti in isolamento rispetto alla settimana precedente, per contro però sono stati accertati sei casi di contagio tra il corpo docente mentre fino a settimana scorsa non risultava alcun insegnante positivo

Covid a scuola: sei insegnanti contagiati negli ultimi giorni
Cronaca Meratese, 04 Novembre 2021 ore 10:34

Sei insegnanti contagiati negli ultimi giorni e 101 bimbi in isolamento. Questo il quadro della situazione Covid a scuola in provincia di Lecco.

Covid a scuola: sei insegnanti contagiati negli ultimi giorni

Secondo gli ultimi dati ufficiali è calato il numero degli studenti in isolamento rispetto alla settimana precedente, per contro però sono stati accertati sei casi di contagio tra il corpo docente mentre fino a settimana scorsa non risultava alcun insegnante positivo.

Tutti gli insegnati positivi lavorano in scuole dell'infanzia o nidi (dove ovviamente nessun bimbo è vaccinato) e proprio in questa fascia d'età al momento le bolle in quarantena sono due, per un totale di  44 alunni. Nessun maestro o professore contagiato nelle scuole elementari del territorio, ma le classi in isolamento sono tre per un totale di 57 alunni.

Rientrati i provvedimenti di quarantena nelle scuole medie e superiori lecchesi.

LEGGI ANCHE Lieve diminuzione dei contagi in Bergamasca: la situazione nell'Isola e in Valle San Martino

La situazione a livello regionale

La settima settimana di rilevazione  mostra un andamento dei contagi in crescita . L’interessamento più accentuato è è quello relativo alla classe d’età 6-10 anni con un incremento relativo dei tassi più evidente, tuttavia, nella classe d’età 3-5 anni.


Terza dose di vaccino

Il Governo tira dritto per la sua strada e accelera sulla campagna vaccinale. Se l'effetto Green pass sulle prime dosi sembra un po' scemato, la corsa ora è sulla terza dose per i cinquantenni.

A tracciare un nuovo cronoprogramma è stato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa e margine della visita allo Stabilimento Chimico Farmaceutico di Firenze.

"E' ragionevole pensare a un'estensione della platea delle terze dosi. Pensiamo ai cinquantenni e ad alcune categorie come gli insegnanti. L’Aifa ci ha detto di procedere oggi con la terza dose ai fragili e agli over 60 e lo stiamo facendo".

Un cambiamento sul piano originario che potrebbe creare qualche "coda" o difficoltà logistica. E così Costa ha colto l'occasione per fare anche un appello a tutti coloro per i quali è già prevista la somministrazione della terza dose (persone fragili  - immunocompromessi, trapiantati, malati oncologici - , over 80over 60 e personale sanitario):

"Devono iniziare a prenotarsi nelle piattaforme regionali per aiutare da un punto di vista organizzativo e logistico".

Per chi ha fatto il monodose Johnson & Johnson

E per chi ha fatto il monodose Johnson & Johnson come funzionerà? Per loro (in Italia sono circa un milione e mezzo di cittadini) ci sarà una seconda dose che verrà calendarizzata sei mesi dopo la prima e che verrà fatta con Pfizer e Moderna. Il pronunciamento dell'Ema sulla questione è arrivato mercoledì 3 novembre 2021.

Necrologie