Mercoledì 24

Covid-19: presidio per il futuro delle lavoratrici delle mense e addette alle pulizie delle scuole

Presidio davanti all'Istituto Parini

Covid-19:  presidio per il futuro delle lavoratrici delle mense e addette alle pulizie delle scuole
Lecco e dintorni, 22 Giugno 2020 ore 12:57

“È a dir poco drammatica la situazione che stanno vivendo le addette mense e pulizie degli appalti delle scuole di ogni ordine e grado, ormai a casa dal lavoro dal 24 febbraio a seguito dei DPCM nell’ambito delle misure di contenimento del contagio da COVID”. A “denunciare” la pesante situazione sono  FILCAMS, FISASCAT e UILTUCS Lecco che hanno organizzato per mercoledì 24 giugno dalle 10 alle 12 un presidio davanti all’istituto Parini di Lecco.

Covid-19: lavoratrici delle mense e addette alle pulizie delle scuole ancora senza redditto e garanzie

Migliaia di loro non hanno ancora ricevuto il Fis (Fondo Integrazione Salariale) e di conseguenza sono da più di 3 mesi senza nessun reddito, a causa dell’irresponsabilità di numerose aziende del settore, anche multinazionali, che hanno deciso di non anticipare l’ammortizzatore e dei gravi ritardi nella liquidazione dell’indennità da parte dell’Inps. “A questa gravissima condizione si va ad aggiungere l’esaurimento delle settimane di copertura dell’ammortizzatore sociale causale Covid-19 e la sospensione estiva durante la quale queste lavoratrici non percepiscono nessun tipo di sostegno al reddito – sottolineano le sigle sindacali lecchesi attraverso un nota unitaria –  Inoltre c’è enorme preoccupazione anche guardando al futuro a causa delle incertezze sui tempi e le modalità della ripresa delle scuole a settembre, che destano timori per la possibilità che non si riesca a garantire la piena salvaguardia di tutti i posti di lavoro a parti condizioni”.

LEGGI ANCHE Scenari di riapertura delle scuole a settembre a Lecco: asili solo al mattino, niente mensa alle elementari, secondarie solo metà in classe

Le preoccupazioni per il prossimo anno scolastico

“Riteniamo necessario che si definisca al più presto un quadro chiaro circa il prossimo anno scolastico e sulle modalità di effettuazione delle lezioni, da cui discende il servizio
mensa e di pulizia degli ambienti, al fine di garantire il posto di lavoro degli addetti a questi servizi. Crediamo che sul nostro territorio la gestione della programmazione di tutti gli interventi per l’avvio del futuro anno scolastico consideri a tutti gli effetti parte integrante del sistema scolastico anche chi nelle scuole lavora in appalto, e le nostre Organizzazioni che li rappresentano”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia