Lotta al Coronavirus

Covid-19: nuovo Decreto del Governo in vigore da oggi. Ecco le novità

Tamponi, mascherine, trasporti, stadi e ricongiungimenti: ecco i principali punti del DPCM

Covid-19: nuovo Decreto del Governo in vigore da oggi. Ecco le novità
07 Settembre 2020 ore 14:56

Entra in vigore oggi, lunedì 7 settembre 2020, il nuovo Decreto del Governo relativo ai provvedimenti sull’emergenza Covid-19. Un dpcm che di fatto proroga, fino al 30 settembre i provvedimento assunti ad agosto.

LEGGI ANCHE Coronavirus: a Merate ancora 19 positivi e 22 residenti in sorveglianza attiva

Covid-19: nuovo Decreto del Governo in vigore da oggi. Ecco le novità

Le mascherine rimangono obbligatorie nei luoghi chiusi e laddove non c’è distanziamento. “Ai fini del contenimento della diffusione del virus Covid-19, è fatto obbligo sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti”. Discorso analogo per “l’obbligo di mantenere una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro”.

Tamponi

Confermata a la validità dell’ordinanza del Ministero della Salute del 12 agosto scorso, che  obbliga coloro che nei 14 giorni antecedenti al rientro in italia abbiano soggiornato o transitato in CroaziaGreciaMalta o Spagna a sottoporsi al tampone.

Sono autorizzati al rientro coloro che si sono già sottoposti al test nelle 72 ore antecedenti all’ingresso nel territorio nazionale; in alternativa il tampone viene sottoposto direttamente in aeroporto o comunque entro 48 ore dall’ingresso in Italia.

Discoteche e stadi chiusi

Le partite di calcio si giocheranno sempre a porte chiuse. Non cambia la linea nemmeno per il mondo della movida.

Scuolabus

E’ stato un braccio di ferro forte quello tra le Regioni e il Governo. Il nodo da sciogliere erano proprio i trasporti. Adesso cambia il limite per il trasporto pubblico, fissato all’80%. E laddove non è possibile garantire il distanziamento andranno messe delle paratie. Altra storia sono i bus scolastici. Questi potranno viaggiare con la massima capienza consentita, ma il viaggio non dovrà durare più di 15 minuti. Sarà un bel problema soprattutto per quei bambini che abitano nelle zone collinari. Mascherine obbligatorie per chi ha più di sei anni.

Ricongiungimenti internazionali

Grazie al nuovo provvedimento potranno riunirsi i membri delle coppie che vivevano in stati differenti. “E’ consentito l’ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio, l’abitazione e la residenza di una persona, anche non convivente, con la quale vi sia una stabile relazione affettiva”  si legge nel testo

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia