Cronaca
Psicosi

Coronavirus, paura a Viganò per... i tecnici dei contatori

I dipendenti dell'azienda incaricata arrivano dal Lodigiano, epicentro del contagio.

Coronavirus, paura a Viganò per... i tecnici dei contatori
Cronaca Casatese, 24 Febbraio 2020 ore 13:33

Paura Coronavirus nel Casatese per due tecnici provenienti dal Lodigiano: ma dal Comune arrivano le rassicurazioni. Stiamo parlando dell'Amministrazione comunale di Viganò che ha diffuso una apposita nota per tranquillizzare la popolazione. Una nota che si è resa necessaria  dopo che, durante la mattinata di sabato 22 febbraio 2020 sono giunte diverse telefonate agli uffici del Comune da parte di cittadini allarmati dalla presenza di due operatori che, per conto di una società incaricata da Lario Reti Holding, stavano effettuando controlli su tutti i contatori delle utenze viganesi.

LEGGI ANCHE Coronavirus, studenti meratesi della scuola di Codogno ancora in attesa: quando il tampone?

Paura Coronavirus nel Casatese per due tecnici provenienti dal Lodigiano

"La preoccupazione era dovuta al fatto che uno dei due aveva dichiarato a diversi cittadini di essere residente presso il comune di Codogno, uno dei centri messi in quarantena per l’emergenza coronavirus" spiegano dal Comune diretto dal sindaco Fabio Bertarini. "Immediatamente l’Amministrazione ha contattato la società Lario Reti, la quale, dopo opportune verifiche, dichiarava che i due soggetti, dipendenti di una società di Gallarate, non risiedevano nei comuni del Lodigiano oggetto delle misure restrittive e di quarantena".

I controlli

Contemporaneamente, i carabinieri di Cremella, avvisati anch’essi da diversi cittadini e dall’Amministrazione comunale, hanno avviati ulteriori verifiche rispetto alla residenza effettiva dei due soggetti. Nella mattinata di ieri, domenica 23 febbraio,il comando dei Carabinieri ha contattaro l’Amministrazione informando  che uno dei due tecnici era effettivamente residente in uno dei comuni coinvolti nello stato di quarantena, ma che, da verifiche compiute dai militari, "non risulta essere una persona a rischio né oggetto di particolari attenzioni da parte delle autorità sanitarie".

Evitare allarmismo

"Per questa ragione si invitano i cittadini ad evitare ogni tipo di allarmismo in quanto non ci sono elementi che portino a considerare Viganò come un comune a rischio".

Necrologie