A Santa Maria Hoè

Coronavirus: 100 polli allo spiedo donati ai più bisognosi da un venditore ambulante

Un gesto concreto di solidarietà reso noto dal sindaco Efrem Brambilla in un comunicato. Stabile il dato sui contagi: è fermo a 11 positivi da due settimane.

Coronavirus: 100 polli allo spiedo donati ai più bisognosi da un venditore ambulante
Meratese, 21 Aprile 2020 ore 22:12

Coronavirus: a Santa Maria Hoè 100 polli allo spiedo donati ai più bisognosi dalla generosità di un venditore ambulante. Un gesto concreto di solidarietà reso noto dal sindaco Efrem Brambilla in un comunicato ufficiale, in cui aggiorna la cittadinanza anche sulla situazione della diffusione del virus nel paese che amministra. Inoltre risulta essersi stabilizzato il dato sui contagi: è fermo a 11 persone positive da due settimane.

Coronavirus: un gesto di generosità da parte degli ambulanti

I polli allo spiedo con patatine verranno preparati e saranno gentilmente offerti alle famiglie più bisognose dalla “Polleria Rosticceria Vincenzo e Nuccy – Formenti”, ambulanti del consueto mercato di Santa Maria Hoè del mercoledì che però in questo periodo non viene effettuato per via delle misure messe in campo a causa dell’emergenza sanitaria per prevenire il contagio da Covid-19. Mercoledì 29 aprile, proprio in concomitanza con il giorno in cui fino a poco tempo fa veniva allestito il mercato, i volontari di Protezione civile si occuperanno di consegnare oltre 100 polletti allo spiedo con le patatine ai cittadini più bisognosi e che risultano più colpiti economicamente dall’emergenza.

LEGGI ANCHE Coronavirus: gli ultimi dati dei contagi in provincia di Lecco e in quella di Bergamo

Il comunicato del sindaco per aggiornare i suoi concittadini

“Cari cittadini, vi comunico che da tempo non registriamo più nuovi casi di contagio da Covid-19. Da due settimane le persone positive sono 11. Per la prima volta in questa emergenza epidemiologica i numeri non aumentano. Il quadro nel nostro Comune pare si sia stabilizzato. È un buon segno: i limiti imposti delle disposizioni stanno portando i loro frutti positivi – scrive il sindaco Efrem Brambilla – Abbiamo acquistato mascherine chirurgiche da riservare solo ed esclusivamente alla cittadinanza. Si tratta di dispositivi medici. Domenica sera è terminata la distribuzione straordinaria porta a porta di queste mascherine a tutte le famiglie. Abbiamo consegnato 3 mascherine per ogni nucleo familiare, un foglio informativo con informazioni concernenti diversi servizi attivati in questa emergenza Coronavirus ed un flaconcino di gel igienizzante a base alcolica per le mani. Il gel è stato donato dal Gruppo Intercomunale di Protezione Civile dell’Unione dei Comuni Lombarda della Valletta e dal CAI di Rovagnate, in collaborazione la società stessa che li ha forniti, che ringrazio. Oltre alle 9mila mascherine che abbiamo ordinato e consegnato in tutte le abitazioni ne abbiamo distribuite altre ancora: per le attività commerciali, punti vendita, attività che fanno consegna a domicilio, per ciascuna di esse abbiamo consegnato 10 mascherine chirurgiche e 5 mascherine FFP2; per le persone in quarantena vengono consegnate 5 mascherine alla volta, in maniera continuativa; per le attività dei nostri volontari diamo in dotazione mascherine FFP2; e infine per il nostro personale dell’Ente (Polizia locale, operatori, funzionari) diamo in dotazione mascherine FFP2 e chirurgiche”.

Servizi e iniziative per fronteggiare l’emergenza Coronavirus

“Per questa emergenza Coronavirus abbiamo attivato nuovi numerosi servizi: consegna e ritiro della biancheria per i pazienti ricoverati all’Ospedale Mandic di Merate; consegna di pasti, spesa e farmaci a domicilio per tutti i cittadini; consultori psicologici online. Questa settimana arriveranno concretamente ai cittadini bisognosi anche i benefici delle misure di solidarietà alimentare. Politiche di contrasto alla povertà che vanno dalla consegna di pacchi alimentari all’erogazione di buoni spesa. Sempre per coloro che a causa di questa emergenza si ritrovano in una situazione di povertà e pertanto risultano idonei per queste misure la “Polleria Rosticceria Vincenzo e Nuccy – Formenti” del mercato di Santa Maria Hoè mercoledì 29 aprile consegnerà, in collaborazione con noi, oltre 100 polletti allo spiedo con le patatine. Ringrazio la “Polleria Rosticceria Vincenzo e Nuccy – Formenti” per questa donazione concreta in favore dei cittadini di Santa Maria Hoè e di La Valletta Brianza che risultano più colpiti economicamente dall’emergenza. La distribuzione dei polletti avverrà attraverso la nostra Protezione civile.

Raccolta fondi e riapertura del Centro di raccolta rifiuti

“Ringrazio i cittadini che hanno effettuato donazioni economiche sul nostro conto corrente dedicato alla raccolta fondi finalizzata agli interventi di sostegno alimentare destinati alle famiglie in difficoltà. La somma delle diverse donazioni ad oggi ha raggiunto quasi 5 mila euro ed esattamente ammonta a 4.870 euro. Ricordo che le donazioni possono essere effettuate tramite bonifico, utilizzando le seguenti coordinate bancarie: IBAN IT24 M056 9665 5900 0006 6021 X13 – Banca Popolare di Sondrio – filiale di Pescate. Intestato a “Emergenza COVID-19 – Unione dei Comuni Lombarda della Valletta”. Causale della donazione “solidarietà alimentare”. Da ormai due settimane abbiamo riaperto il centro di raccolta. Per evitare spiacevoli lunghe file di attesa, soprattutto prima dell’apertura dei cancelli, abbiamo istituito un canale di prenotazioni che ha dimostrato di funzionare molto bene. Per accedere al Centro di Raccolta di via delle industrie a Santa Maria Hoè occorre fare una prenotazione telefonando nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì, dalle ore 9 alle 12, al numero 0395312046. Vi verrà assegnato il vostro turno e l’orario in cui potrete presentarvi. Sabato la Prefettura di Lecco ha dato indicazioni operative sulle attività agricole e silvopastorali non professionali, ovvero coltivazione di piante da frutto, di orti o comunque conduzioni di fondi a livello hobbistico dei terreni agricoli. Personalmente mi ero fatto sentire molto su questo aspetto perché ritenevo che la cura del territorio fosse importante, anche in via precauzionale, per prevenire il rischio idrogeologico ed il rischio di incendio, per un aspetto di necessità di cura del nostro splendido paesaggio e per permettere l’autoconsumo dei prodotti coltivati e ricavati. È possibile spostarsi nei fondi agricoli, non boschivi. Per i fondi boschivi valgono altre disposizioni regionali. Oggi gli spostamenti nei fondi agricoli per la conduzione del fondo sono ammessi, vanno però rispettati i seguenti limiti: una persona per volta e per non più di una volta al giorno; limitatamente agli interventi strettamente necessari alla manutenzione dei fondi, alla tutela delle produzioni vegetali e degli animali allevati, consistenti nelle indispensabili operazioni colturali e di cura preventiva che la stagione impone ovvero per accudire i predetti animali; autodichiarazione che attesti il possesso della superficie agricola produttiva effettivamente adibita ai predetti fini”.

I ringraziamenti del sindaco a chi si sta dando da fare

“Faccio un ringraziamento particolare al nostro gruppo di Protezione Civile che è impegnato su tutti fronti di questa emergenza. Lavorano moltissimo con molta umiltà, dietro alle quinte. Sono un gruppo molto organizzato, con grandi competenze. Faccio un appello: invito i più giovani ad aderire a questo gruppo, una volta terminata l’emergenza. Dovrete svolgere un corso e poi entrerete a tutti gli effetti nel nostro corpo intercomunale. Fatevi avanti. Dobbiamo mantenere nell’interesse collettivo questa bella squadra. Sarà una bellissima esperienza, ne sono certo. Colgo l’occasione per ringraziarvi per come vi state comportando, con molta cura nel rispetto delle regole. Vi chiedo di resistere e di rispettare tutte le disposizioni in questo periodo di emergenza epidemiologica Coronavirus”.

LEGGI ANCHE Tanti Auguri Mamma non si ferma: mandateci gli auguri via Whatsapp!

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia