Unità d'intenti

Casatenovo, il centro estivo si fa: ecco date, prezzi e modalità

Grazie all'unione delle forze di Comune, oratori, scuola e associazioni.

Casatenovo, il centro estivo si fa: ecco date, prezzi e modalità
Casatese, 07 Giugno 2020 ore 10:55

Anche a Casatenovo verrà organizzato il centro estivo. Per l’estate 2020, a causa dell’emergenza sanitaria ancora in corso, il Comune ha deciso di non riproporre più l’esperienza di Parco Vivo limitata a un massimo di 70 famiglie, così come la Comunità pastorale non potrà offrire il servizio dell’oratorio. Di qui l’unione delle forze, con la proposta che ha preso il nome di «Costruiamo insieme la nostra estate… in sicurezza» sviluppata da diversi organismi a livello distrettuale (Comune, Pastorale Giovanile, Retesalute, La Grande Casa, l’Istituto Comprensivo di Casatenovo, Casatesport e altre associazioni del territorio).

L’unione fa la forza

«Viste le tante richieste emerse dal sondaggio preliminare inviato alle famiglie nelle scorse settimane, il modello sviluppato sarà molto differente rispetto a quello degli scorsi anni e probabilmente non risponderà appieno alle tante e diverse esigenze delle famiglie casatesi – ha spiegato l’assessore ai Servizi sociali Gaetano Caldirola anche a nome dei capigruppo di maggioranza e minoranza che hanno condiviso passo passo la proposta – ma è importante che le famiglie comprendano che, seppur i dati della pandemia continuano ad essere incoraggianti, i protocolli di sicurezza richiesti ai centri estivi sono tutti improntati alla massima precauzione (distanziamento interpersonale, mascherina, sanificazione…) e per l’Amministrazione questo è il primo obiettivo da garantire durante l’estate e verrà condiviso con la famiglia attraverso un patto di corresponsabilità. La proposta è resa possibile grazie alla preziosa collaborazione degli oratori casatesi, che hanno messo a disposizione spazi, volontari e animatori a supporto dell’attività educativa e alla estrema flessibilità e professionalità degli educatori di Retesalute e La Grande Casa. Permettetemi un ringraziamento a tutto il Consiglio comunale, perché nella continue difficoltà incontrate nella predisposizione dell’offerta estiva, avere un confronto costruttivo con le minoranze sempre finalizzato al bene dei ragazzi e delle famiglie casatesi, è stato di grande supporto per permetterci di operare con la massima serenità ed arrivare a scelte condivise da tutto il Consiglio». La proposta è sostanzialmente quella di un modello part time distribuito sul territorio casatese utilizzando le strutture degli oratori e alcune scuole messe a disposizione dal preside.

Due proposte part time

Sono sostanzialmente due le proposte per le famiglie casatesi: un part time mattutino dalle 8 fino alle 13 (con pranzo al sacco) e uno pomeridiano dalle 13.30 alle 18. Il triage in entrata avverrà per i primi 30 minuti, l’uscita sarà scaglionata negli ultimi 30. I diversi gruppi omogenei verranno gestiti da un educatore professionale di Retesalute o de La Grande Casa o da istruttori qualificati con il supporto di animatori (dai 16 anni in su). «Abbiamo anche chiesto la collaborazione dei docenti dell’istituto comprensivo per aiutare i ragazzi a recuperare alcune ore di didattica in presenza forzatamente perse in questi mesi di lockdown – ha spiegato l’assessore Gaetano Caldirola – Nel modulo di preiscrizione lasceremo la possibilità alle famiglie che hanno esigenze di lavoro e che non hanno nessuna rete familiare o di vicinato a supporto per l’accudimento dei figli per l’intera giornata, di esprimere questa necessità al fine di permetterci, numeri alla mano, di valutare in tempi brevi la possibilità di proporre una risposta mirata a queste situazioni».

Dal 29 giugno al 7 agosto

Il centro estivo avrà inizio il 29 giugno e terminerà il 7 agosto e al fine di mantenere gruppi omogenei verrà chiesta alle famiglie una preiscrizione a blocchi di almeno 2 settimane. Le preiscrizioni verranno valutate in tempi brevi così da dare una risposta alle famiglie il prima possibile. Nella fase di accettazione delle iscrizioni, verrà data priorità ai nuclei dove entrambi i genitori lavorano o nuclei monoparentali dove il genitore lavora e ai bambini della scuola primaria rispetto alla secondaria. E’ prevista anche una valutazione della domanda e progettazione di intervento specifico in relazione alle esigenze del bambino diversamente abile. Il servizio sarà dedicato alle famiglie residenti a Casatenovo e verrà applicato il costo del centro estivo comunale dello scorso anno (43,5 euro a settimana per la formula part time mattino o pomeriggio). Vista la dislocazione organizzativa su tutto il territorio casatese, la necessità di svolgere il più possibile le attività all’aperto e l’obiettivo di contenere i costi per le famiglie è previsto il pranzo al sacco portato da casa nella formula del part time mattutino. «Ricordiamo alle famiglie che potranno anche accedere ai Bonus Babysitter in relazione alle attività estive» ha precisato l’assessore. I periodi del centro estivo saranno i seguenti. 1° turno: dal 29 giugno al 10 luglio; 2° turno: dal 13 al 24 luglio; 3° turno: dal 27 luglio al 7 agosto. Il modulo è scaricabile dal sito del Comune di Casatenovo a partire da domani, lunedì 8 giugno.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia