Cronaca
Coronavirus

Calusco Unita esorta i concittadini: "Non molliamo proprio adesso"

Duro il messaggio pubblicato ieri dal gruppo di minoranza sulla propria pagina Facebook.

Calusco Unita esorta i concittadini: "Non molliamo proprio adesso"
Cronaca Isola, 04 Aprile 2020 ore 17:19

Calusco Unita esorta i concittadini a restare a casa e a non vanificare gli sforzi fatti fino ad ora per contrastare l'emergenza Coronavirus.

LEGGI ANCHE: Un VIDEO emozionante per tenere alto il morale della Pneumologia del Mandic.

Il messaggio di Calusco Unita ai cittadini

Il gruppo di minoranza Calusco Unita, che attraverso i social sta mantenendo un contatto costante con i propri concittadini, continua ad esortarli a stare a casa per non vanificare gli sforzi fatti fino ad ora nel contrasto dell'emergenza Coronavirus. Ecco il messaggio che ha scritto ieri, 3 aprile 2020, sulla propria pagina Facebook:

Neanche il tempo di constatare il trend positivo dei dati di questi giorni che il movimento in strada è aumentato improvvisamente (e pericolosamente). Più auto, persone a piedi, jogging, bambini in strada, supermercati presi d'assalto nuovamente... Comportarsi così vuol dire non aver capito niente dell'emergenza! È vero, l'aumento dei contagi sembra calare, ma non siamo ancora nella fase di discesa e fuori pericolo. Anzi! Questo è proprio il momento più delicato in cui anche solo pochi comportamenti irresponsabili possono vanificare i sacrifici di questi mesi. Bisogna restare a casa. Uscite solo per fare la spesa (una persona per famiglia e una volta a settimana), per lavoro, per questioni di salute o di estrema necessità. La passeggiatina, se non avete il giardino, è consentita solo entro 200 metri dalla propria abitazione (quindi sotto casa, non altrove!) da soli o accompagnati da un figlio minore e ovviamente con la mascherina. Le Forze dell'Ordine stanno intensificando sempre di più i controlli, noi vi abbiamo avvisati. Capiamo la stanchezza, capiamo che molti di voi si sono visti posticipare o annullare impegni molto importanti a causa dell'emergenza, ma ora la priorità deve essere la salute di tutti. Più abbiamo pazienza adesso, prima potremo goderci il ritorno alla normalità. Ricordiamoci che non siamo in vacanza, come dimostra il periodo angosciante che il nostro Paese e la nostra provincia stanno attraversando. Ognuno di noi può fare la differenza, non molliamo proprio adesso!

Qualche ora dopo, i membri del gruppo hanno scritto un altro post, allegando la lettera inviata dalla Prefettura di Bergamo a tutti i Comuni del territorio. "C'è troppa gente inutilmente a spasso per il paese - hanno commentato ancora - non va bene. Non stiamo qui a ripetervi per l'ennesima volta le normative e in quali casi è possibile uscire (ormai li conoscete a memoria), ma vi ricordiamo che infrangere le restrizioni è un reato e che le Forze dell'Ordine stanno intensificando i controlli. Ci affidiamo al vostro buon senso e al vostro senso civico".

Necrologie