Cronaca
Supporto

Barzago: una festa della Gibiana per stare vicini a bar, ristoranti e locali

Il primo cittadino ha fatto tappa in diverse attività commerciali del paese

Barzago: una festa della Gibiana per stare vicini a bar, ristoranti e locali
Cronaca Casatese, 30 Gennaio 2021 ore 11:28

La festa della Gibiana a Barzago è stata celebrata online lo scorso 28 gennaio e l'Amministrazione ha colto l'occasione per mostrare la sua vicinanza agli esercizi commerciali del paese più colpiti economicamente dalle limitazioni anti- Covid. A raccontare l'accaduto è il sindaco Mirko Ceroli tramite un apposito comunicato.

Barzago: una festa della Gibiana per stare vicini alle attività economiche

"Questa volta più che mai vogliamo lasciarci alle spalle l'anno appena concluso e bruciare tutto ciò che di negativo e sfavorevole si è portato dietro. Speriamo che le fiamme alte e il calore del falò della Gibiana del 2021 siano stati di buon auspicio - ha spiegato il primo cittadino -  Nel pensare l'edizione on-line, abbiamo coinvolto l' Osteria Manzoni alla quale abbiamo chiesto di condividere con le famiglie del paese la loro speciale ricetta del risotto con la luganega, o meglio, con la burola Marco d'Oggiono. Ho ritirato lo speciale box con tutti gli ingredienti, già dosati, per cucinare a casa il risotto della tradizione brianzola. Ringrazio lo chef Francesco Cheloni e tutto il giovane staff, guidati da  Giovanna Bettega per essersi prestati all'evento".

L'appello del sindaco

"La sera della Gibiana ho però degustato la speciale pizza "Gibiana" creata per l'occasione dalla pizzeria Leonardo di Mario Valoncini, arricchita dalla crema di zafferano e all'immancabile salsiccia - ha raccontato Ceroli -  Poco prima l'aperitivo si è svolto presso il Bar d'Imbevera con Cristian, il gestore del bar nonché luogo di incontro del complesso che ospita l'oratorio, il centro Paolo VI e soprattutto il Santuario mariano intitolato a S. Maria Nascente. E' stato un modo per essere vicini alla categoria dei ristoratori e baristi che stanno attraversando un periodo difficile. Lo Stato sta intervenendo, non so se nel modo adeguato, lo vedremo. Confidiamo in un ritorno graduale alla zona gialla, in modo da favorire i bar e ristoranti che svolgono anche una funziona di socialità. Nel frattempo, quando possibile, scegliamo la cucina d'asporto dei nostri locali e delle pizzerie, dalla qualità e tradizione riconosciute".

5 foto Sfoglia la gallery

 

Necrologie