Senso civico

A Solza la costituzione viene recapitata a casa ai diciottenni

Il discorso del sindaco dedicato a tutti i diciottenni del paese.

A Solza la costituzione viene recapitata a casa ai diciottenni
Isola, 07 Giugno 2020 ore 11:43

A Solza quest’anno non sarà possibile organizzare la cerimonia di consegna della costituzione italiana ai diciottenni. Nonostante questo il Comune ha deciso di recapitare ad ogni diciottenne una carta costituzionale.

LEGGI ANCHE Raccolta fondi per famiglie in difficoltà

Il discorso del sindaco di Solza

Carla Rocca ha voluto comunque preparare un discorso per tutti i ragazzi che, nel corso del 2020, diventeranno o sono diventati maggiorenni. Rocca è molto legata a questa cerimonia, e anche dal suo discorso, pubblicato sulla pagina Facebook del Comune, traspare commozione.

Cari ragazzi, ogni anno l’Amministrazione Comunale dona ai diciottenni una copia della Costituzione Italiana. E’ una delle cerimonie cui, come Sindaco, sono più affezionata: è il nostro modo per darvi il benvenuto a tutti gli effetti nella nostra comunità, della quale diventate protagonisti a pieno titolo, assumendo oneri, doveri e responsabilità. Quest’anno non potrò consegnarvi di persona la Costituzione, dovremo rinunciare a questo momento di incontro e di crescita. Voglio comunque farvene avere una copia: la tragedia che abbiamo vissuto nei mesi appena trascorsi ci ha ricordato il significato della parola “responsabilità”. La stessa che ha accompagnato i padri costituenti nella stesura della nostra Costituzione e che spero vi accompagni in ogni vostra scelta. Vi affido le parole pronunciate dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella il 2 Giugno: <La crisi non è terminata e tanto le Istituzioni quanto i Cittadini dovranno ancora confrontarsi a lungo con le sue conseguenze e con i traumi prodotti anche nelle dimensioni più intime della vita delle persone. La necessità di frenare la diffusione del virus ha imposto limitazioni alla socialità, sacrificando l’affettività e i legami familiari; i più giovani sono stati temporaneamente privati dei luoghi in cui si costruisce e rafforza il senso civico di una collettività, primi fra tutti la scuola e lo sport; distanze e diffidenze hanno accresciuto le situazioni di solitudine e di marginalità delle persone più deboli, esposte a nuove forme di povertà, deprivazione e discriminazione, quando non di odioso sfruttamento>. Auguro a tutti voi di poter intraprendere un cammino di vita sereno, altruista e responsabile. Vi aspettano ancora tante tappe. Anzitutto per la prima volta potrete esercitare il vostro diritto di voto: sono sicura che la lettura della Costituzione Italiana saprà essere un faro lungo il vostro percorso. Con affetto sincero,
La Sindaca

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia