Menu
Cerca
Casatenovo

“Chiusi… Ma non per ferie”: un nuovo spettacolo in streaming a Villa Mariani

Un'opera teatrale per dimostrare che il teatro non è una realtà sacrificabile

“Chiusi… Ma non per ferie”: un nuovo spettacolo in streaming a Villa Mariani
Eventi Casatese, 10 Aprile 2021 ore 11:26

I teatri non hanno ancora riaperto ma il Centro di Sperimentazione Teatrale Villa Mariani continua la sua programmazione con lo spettacolo “Chiusi…Ma non per ferie”. L’evento verrà trasmesso in diretta streaming alle 20 di sabato 17 aprile 2021 sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del polo teatrale.

“Chiusi…Ma non per Ferie”: Villa Mariani non si ferma

“Il Teatro è chiuso al pubblico dalla fine del mese di Ottobre 2020 e, tuttavia, l’attività artistica all’interno del Centro di Ricerca e Sperimentazione Teatrale Villa Mariani non si è mai fermata – recita il comunicato promozionale dello spettacolo –  Una scelta di R-Esistenza nella quale è scritta tutta la determinazione della Direttrice Artistica Irene Carossia e degli artisti delle Compagnie Stabili; in questo impegno si legge il desiderio di dimostrare che il Teatro non è realtà sacrificabile. In questi sei lunghi mesi di assenza forzata del pubblico, la programmazione teatrale del Centro di Ricerca è stata fittissima, con una costante proposta, in diretta online, di spettacoli nei quali il livello professionale non ha mai avuto cedimento alcuno. Ora, alle soglie di una auspicata e necessaria riapertura, è giunto il tempo di porgere con ironia, sempre ovviamente online nella speranza che possa al momento essere l’ultima volta, le criticità vissute all’interno del teatro, nella nostra vita di professionisti dell’Arte. Siamo Chiusi, è vero, ma non per ferie, poiché esistiamo e continuiamo ad esprimere in ogni nostra scelta la dignità del Teatro e di noi stessi.”

L’importanza del teatro

“Le porte del teatro si aprono virtualmente per fare entrare il pubblico dentro alle nostre vite. Noi, gli artisti, penalizzati in questo tempo sospeso dalla mancanza del rapporto diretto con il pubblico, tuttavia lucidi e determinati. Il palcoscenico si anima dei nostri dialoghi, dei nostri confronti, della nostra verità umana raccontata con ironia e divertimento – sottolinea il comunicato –  C’è bisogno di credere: credere che esista ancora il bisogno di Teatro, credere che si possa tornare ad un tempo di emozioni condivise, credere che il pubblico abbia desiderio di tornare ad emozionarsi con noi. Lo spettacolo è un meraviglioso gioco teatrale che restituisce la magia improvvisa e travolgente che soltanto il palcoscenico può donare, sovrapposta alla realtà delle nostre riflessioni. Le paure diventano spunti di riso condiviso, il vuoto si riempie, il silenzio diventa musica, la parola si intreccia con gli sguardi per creare la tela meravigliosa dell’Arte Teatrale. Un appassionato omaggio al teatro, realtà non sacrificabile, espresso con amore e sincerità. L’afflato espresso dagli interpreti si muove insieme alla loro straordinaria capacità di esprimere autoironia e verità, ognuno racconta in scena se stesso e, tuttavia, nell’essere insieme in palcoscenico, gli interpreti offrono al pubblico la dimostrazione del Teatro come luogo di condivisione umana”.

Un canto d’amore per il pubblico

“Il gruppo si spinge, si sostiene, si motiva, gioca, ride e piange all’unisono, perché questa è la magia dello stare insieme condividendo l’Arte. Meravigliosi gli interpreti in tutta la loro generosa essenza, privi di pregiudizi, di falsità ed inutili orpelli, perfettamente calati nel ritmo incalzante di questo spettacolo potente e lieve allo stesso tempo. Un canto d’amore per il teatro e per il pubblico, che nasce e si dipana per indurre ancora il bisogno di Arte, Bellezza, Cultura, Vita ed Umanità” conclude il comunicato.

Il cast

Testo e regia
IRENE CAROSSIA

COMPAGNIA STABILE VILLA MARIANI

con

ANDREA BELLANI
LUISA CAGLIO
IRENE CAROSSIA
SAMUELE DE PAZ
MARIANGELA GRANO
ALESSIA SALA
GIULIA SCACCABAROZZI
STEFANIA VENEZIAN
Audio: Lorenzo Rivolta
Luci: Valerio Villano
Regia Video: Paola Manzoni

 

Necrologie