Menu
Cerca
Iniziativa

Bulciago: un omaggio a Irene Crippa per il 25 aprile

In occasione del 25 aprile il Comune propone un momento di riflessione sulla resistenza con il professor Domenico Flavio Ronzoni

Bulciago: un omaggio a Irene Crippa per il 25 aprile
Eventi Casatese, 24 Aprile 2021 ore 12:30

A vent’anni dalla posa presso il cimitero del Comune di Renate di una targa in ricordo di Irene Crippa, cittadina renatese d’adozione protagonista della Resistenza, si propone un momento di approfondimento in occasione del 76° anniversario della liberazione d’Italia con il professor Domenico Flavio Ronzoni.

25 aprile in ricordo di Irene Crippa

Il comune di Bulciago propone in occasione del 76° anniversario della liberazione d’Italia un momento di approfondimento con il professor Domenico Flavio Ronzoni, che farà un excursus sul libro scritto da Irene Crippa “Una pagina della resistenza in Brianza – La storia della Brigata Giancarlo Puecher”. L’evento sarà un importante momento di condivisione per conoscere e, soprattutto, per non dimenticare la storia della Resistenza in Brianza. Verranno percorsi passo passo i fatti storici del 1945, come l’eccidio partigiano al crocicchio di Bulciaghetto. Per partecipare sarà possibile accedere al seguente link: http://www.digital4democracy.com/seduteonline/renate/

Ma chi era Irene Crippa…

Nasce a Monza nel 1908 per poi trascorrere il resto della sua vita a Renate. Dopo la morte della madre si dedica, grazie anche ai suoi studi letterari, alla scrittura. Entra in contatto con l’organizzazione partigiana grazie al figlio del commissario politico della Brigata Puecher, che subito dopo la guerra le affida il compito di raccontare le vicende di una delle pagine più gloriose e, allo stesso tempo dolorose, della Resistenza in Brianza. Nell’inverno del 1959 si ammala di broncopolmonite, per poi morire il 5 febbraio 1960. Il Comune di Renate, dopo una vana ricerca di parenti che provvedessero alle esequie, deve farsi carico delle spese per il funerale essendo lei rimasta sola e povera. Dieci anni dopo, la salma viene riesumata e i resti vengono depositati nell’ossario. L’unica traccia di Irene Crippa rimasta oggi è dunque il volumetto da lei scritto sulla storia della Brigata Puecher intitolato “La vita per l’Italia. Brigata G.C.Puecher”.

Necrologie